Home Ultim'ora Autonomia, Salvini: “Sarà realtà entro il 2023”

Autonomia, Salvini: “Sarà realtà entro il 2023”

Adnkronos
82
0

(Adnkronos) – “L’autonomia sarà una realtà entro il 2023”. Lo ha assicurato il ministro delle Infrastrutture e vicepremier Matteo Salvini. “Abbiamo una bellissima squadra in Cdm, abbiamo degli amici che a volte partono da presupposti differenti, ma poi arrivano sempre a una sintesi comune. Ed è per questo che sono sicuro che, dopo 30 anni di battaglie, grazie al nostro impegno e al centrodestra serio e compatto della Lega, l’autonomia sarà una realtà entro il 2023”, ha detto intervenendo al Palazzo delle Stelline di Milano per la presentazione dei candidati della Lega alle prossime elezioni regionali in Lombardia. “Federalismo e presidenzialismo -ha aggiunto- perché noi siamo persone che mantengono la parola data nel programma”. 

“Alcune sovrintendenze sono popolate dai ‘signori del no’. Io ne ho le scatole piene dei ‘signori del no’. E questo vale anche per qualsiasi cosa si debba fare a Milano”. “Non possiamo continuare a perdere anni di tempo anche con la polemica sullo stadio di Milano”, spiega Salvini. Anche perché “ci sono società pronte a mettere un miliardo di euro e altri che dicono non si fa niente. Li mettono loro i milioni di euro per riqualificare il quartiere San Siro?”. Poi avverte: “Ne parlavo con il ministro alla Cultura Sangiuliano. Nei prossimi giorni penso che riuscirò finalmente a fare il primo incontro con i sovrintendenti italiani perché ci sono alcune sovrintendenze che fanno bene il loro lavoro e ce ne sono altre popolate dai ‘signor no’”. 

Salvini si è detto convinto che “la nostra vittoria alle elezioni regionali in Lombardia ci sarà e ci sarà a partire da Milano”. “Gli altri -afferma – hanno impostato la campagna elettorale sull’insulto e sulla polemica. Io invito il pacifico popolo della Lega ad ignorare gli insulti e le polemiche e a portare avanti fatti e sorrisi. Lasciamo gli altri litigare con se stessi La Lega – conclude- è il partito dei ‘sì’; per i ‘no’ scegliete tra Pd e M5s”.