Home Ultim'ora Messina Denaro, autista boss al gip: “Non sapevo che fosse lui”

Messina Denaro, autista boss al gip: “Non sapevo che fosse lui”

Adnkronos
84
0

(Adnkronos) – “Non lo sapevo che fosse Matteo Messina Denaro”. Lo ha detto Giovanni Luppino, l’autista del boss Matteo Messina Denaro arrestato con il latitante lunedì mattina, rispondendo alle domande del gip Fabio Pilato. Difeso dall’avvocato Giuseppe Ferro, l’uomo ha risposto per un’ora circa alle domande del gip. Sostiene che il boss gli sarebbe stato presentato come un parente di Andrea Bonafede e che gli aveva chiesto di accompagnarlo alla clinica Maddalena per la chemioterapia. 

Luppino è un commerciante di olive di Campobello di Mazara (Trapani), il luogo in cui il latitante si nascondeva e di cui ne aveva fatto residenza nella carta d’identità fasulla che rimandava ad Andrea Bonafede, l’alias che utilizzava per camuffarsi. 

L’uomo non è parente del boss omonimo, e sarebbe un volto nuovo per gli inquirenti. Mai coinvolto in passato in operazioni antimafia, fino ad oggi, Luppino è accusato di favoreggiamento e procurata inosservanza di pena aggravata dal metodo mafioso.