Home ULTIM'ORA L’Ai Art entra in ufficio, nuovi spazi per Vedrai

L’Ai Art entra in ufficio, nuovi spazi per Vedrai

Adnkronos
141
0

(Adnkronos) – Stimolare la riflessione sul ruolo dell’intelligenza artificiale nel mondo della creatività, creare contaminazione tra team e competenze differenti e rafforzare l’identità del brand. Con questi obiettivi il Gruppo Vedrai, specializzato in soluzioni di Intelligenza Artificiale, ha realizzato un progetto di Employee Engagement utilizzando le più recenti tecnologie e applicazioni dell’Intelligenza Artificiale generativa per la realizzazione di opere visive che saranno utilizzate nell’arredamento degli uffici della sede milanese del gruppo ed il tema dell’allestimento è l’identità dell’azienda e la sua evoluzione negli anni. 

Nata nel 2020 in piena pandemia, Vedrai è cresciuta rapidamente diventando un Gruppo internazionale che comprende 160 persone tra Italia e Spagna e, al suo interno, inoltre, comprende 5 società che hanno portato in azienda nuove competenze e nuove specializzazioni in specifici verticali dell’Ai. In occasione del terzo anno dalla sua nascita e con la prospettiva di un’ulteriore crescita che la porterà nei prossimi mesi ad assumere nuovi professionisti con competenze differenti (sviluppatori, data scientist e Ux/Ui designer), Vedrai ha deciso con questa iniziativa di “rafforzare l’identità del brand e aumentare coinvolgimento e senso di appartenenza dei dipendenti”. 

Per raggiungere l’obiettivo Vedrai ha coinvolto il team dipendenti e la community internazionale di creativi Artificial Intelligence Creative Community in un processo “collaborativo” per la realizzazione di opere visive che diventeranno parte degli spazi di lavoro comuni e degli uffici dei team. Utilizzando il tool di text-to-image Midjourney e in particolare il server Vedrai all’interno della piattaforma Discord, i dipendenti di Vedrai e una parte degli artisti della Community – nello specifico Guido Callegari, Manuela Sissa, Eugenio De Riso, Katya Vettorello, Matteo Ferrari, Stefano Baldassari – hanno così realizzato 70 opere di Ai generativa che rappresentano l’identità dei singoli e del gruppo.  

Le opere saranno esposte in anteprima durante un vernissage in occasione del terzo compleanno di Vedrai e diventeranno parte dell’arredamento degli spazi dell’azienda. Beatrice Vallaperta, Brand Manager del Gruppo – spiega che “per una realtà come Vedrai, che si occupa di sviluppare soluzioni di Intelligenza Artificiale per le aziende, è fondamentale abbracciare l’innovazione a 360° e stimolare la riflessione sull’impatto delle più recenti tecnologie su tutti gli aspetti della nostra quotidianità: dalla creatività fino alle dinamiche lavorative, con l’obiettivo di sottolineare l’importanza di una collaborazione tra persone e sistemi di Ai”.  

“In particolare la diffusione di tool di Ai generativa come Midjoruney ci ha portati a riflettere sulla loro applicazione come strumento di coinvolgimento dei dipendenti nel rafforzamento della cultura aziendale, del brand e nella contaminazione tra team differenti: non solo tra figure tecniche e professionalità di business, ma anche tra le diverse aziende del Gruppo. Il risultato è stato un progetto che ha coinvolto creativi e dipendenti nella valorizzazione del brand e dei nostri spazi” afferma Vallaperta.