Home FASHION&STYLE “La serata a Colono” di Elsa Morante domani al Pergola

“La serata a Colono” di Elsa Morante domani al Pergola

admin
429
0

carlo cecchiArriva al Teatro della Pergola una rappresentazione inedita per il palcoscenico: per la prima volta a Firenze, dopo un tour che ha attraversato la penisola, andrà in scena domani sera, martedì 19 marzo, “La serata a Colono”, unica opera drammaturgica di Elsa Morante. Lo spettacolo, in replica fino a domenica 24 marzo, è curato dalla Fondazione del Teatro Stabile di Torino/Teatro di Roma/Teatro Stabile delle Marche e si caratterizza per la biunivocità del linguaggio. Da una parte quello forbito di Edipo, ormai vecchio e giacente su una barella presso il reparto Neuro Deliri di un manicomio, e quello della figlia Antigone, ragazzina quattordicenne che parla in modo sgrammaticato, tanto da ricordare i toni dei dialetti meridionali. Nella sua opera la Morante prese evidente spunto dalla tragedia sofoclea “Edipo a Colono”cambiando però il contorno dei due protagonisti: non c’è infatti il coro, sostituito dai bisbigli degli altri malati del manicomio, così come mancano altri personaggi originari. In questo senso è stato decisivo il lavoro alla regia di Mario Martone, abile a riadattare i contenuti alla scena teatrale. A rivestire i panni di Edipo sarà l’attore fiorentino Carlo Cecchi, figura da sempre molto vicina a Elsa Morante, con Antonia Truppo come Antigone; Angelica Ippolito farà la parte della suora assistente del malato mentre a comporre questo coro innovativo saranno Giovanni Calcagno, Salvatore Caruso, Dario Iubatti, Giovanni Ludeno, Rino Marino, Paolo Musio e Franco Ravera. Non poteva mancare un sottofondo musicale d’eccezione e infatti a creare le note è stato Nicola Piovani, celebre compositore e oscar per la colonna sonora de “La vita è bella”; al suo fianco Francesco De Giorgi alla tastiera e Andrea Toselli alle percussioni. Luci acese sulla scena a partire dalle 20:45, con 30 euro per seguire lo spettacolo dalla platea, 22 dal posto palco e 15 dalla galleria.

 Claudio Masini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui