Home Vetrina Rischio caos traffico oggi: sciopero dei mezzi pubblici. Fasce di garanzia ridotte...

Rischio caos traffico oggi: sciopero dei mezzi pubblici. Fasce di garanzia ridotte del 30%

admin
437
0

atafRischio caos per lo sciopero nazionale di 24 ore proclamato dalle organizzazioni sindacali del personale del T.P.L. (trasporto pubblico locale). Per fortuna le previsioni del tempo sono ottime e quindi per molti cittadini sarà più facile spostarsi con mezzi alternativi come scooter e biciclette.
Le problematiche maggiori arriveranno nel pomeriggio quando l’astensione dal lavoro è prevista dalle ore 15,15 fino alla fine del servizio.  Per le linee di  ATAF e Li-nea che riguardano la città e il suo Hinetrland  hanno aderito le sigle  FILT-CGIL, FIT-CISL, UIL-TRASPORTI, FAISA CISAL, UGL-TRASPORTI.
Lo sciopero si svolgerà nei seguenti orari e modalità:
Autisti e Movimento:
dall’inizio del servizio alle ore 06:00 
dalle ore 09:15 alle ore 11:45 
dalle ore 15:15 alla fine del servizio 
Operai ed impiegati: intero turno di lavoro. 

Verranno in ogni caso rispettate le seguenti fasce di garanzia, (fasce orarie in cui gli autobus svolgono servizio regolare)
1) dalle 6.00 alle 9.15 (saranno effettuate le corse degli autobus con partenza dai capolinea fino alle ore 08:59)
2) dalle 11.45 alle 15.15 (saranno effettuate le corse con partenza dai capolinea fino alle ore 14:59).
Gli autobus in partenza dal capolinea alle ore 09:00 e alle ore 15:00 rientreranno direttamente ai depositi di appartenenza.

 Durante lo sciopero nazionale dei trasporti del 22 marzo, in provincia di Firenze “le consuete fasce orarie” in cui è garantito il servizio “saranno ridotte al 30% per consentire agli autoferrotranvieri di partecipare alla manifestazione nazionale in programma a Roma”. Lo rendono noto i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Faisa Cisal e Ugl Trasporti. “Durante lo sciopero saranno garantiti unicamente il trasporto disabili, quello degli alunni di scuole materne ed elementari e quello per gli aeroporti; i soli servizi minimi assolutamente indispensabili da svolgere dentro le fasce di garanzia ridotte al 30% saranno, invece, da concordare con le Rsu/Rsa aziendali”. Queste le consuete fasce orarie di garanzia che, ribadiscono i sindacati, in questa occasione saranno ridotte al 30%. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui