Home PRIMO PIANO Rumunion Italia, associazione cinese pronta a collaborare con la protezione civile e...

Rumunion Italia, associazione cinese pronta a collaborare con la protezione civile e istituzioni pubbliche

admin
337
0

Anche la Rai con il TG1, giornali a carattere nazionale come Corriere della sera, la Repubblica, La Nazione e le più importanti televisioni locale si sono accorti del grande aiuto dato alla popolazione dalla Ramunion Italia di Luca Zhou Long. Un aiuto a 360 gradi con strumenti degni della migliore protezione civile.

Quando c’è bisogno di aiuto, arriva lui  il presidente ,Luca Zhou. Giunto giovanissimo a Prato dalla Cina comincia quasi subito ad integrarsi con la cittadinanza basato sul concetto di unione. Molto tempo è passato dal suo arrivo. Tanto  tempo che ha permesso alla comunità cinese di aver in Luca un punto fermo, Nel bene e nel male con il principio di inserire sempre di più la presenza di cinesi nel tessuto locale. E così è stato.

Le prime uscite ufficiali per farsi conoscere dal pubblico fiorentino sono state le gare di Dragon Boat sull’Arno coinvolgendo la Canottiere Firenze con omaggio a Confucio sul pratino verde lungo il fiume. Molti gli ospiti importanti con il prima fila il console cinese a Firenze,

Senza tanti clamori Luca ha cominciato a mettere in funzione una organizzazione di fratellanza,  di aiuto alla cittadinanza pratese.  “Per questo ogni domenica mattina, da cinque mesi, coi nostri volontari ci rechiamo su via Pistoiese per effettuare interventi di ripulitura, dai marciapiedi ai muri degli edifici fino alla segnaletica stradale verticale”. 

Qualunque cosa un cinese avesse bisogno Luca è pronto a dare consigli o interventi specifici. Come nella recente alluvione della piana Pratese e confini quando la RUMUNION è intervenuta accanto alla protezione civile ai vigili del fuoco offrendo le attrezzature in suo possesso. L’associazione nei suoi depositi vanta gommoni dotati di motori con eliche anti danni persone,  salvagente,

“Capisco che noi non abbiamo – conclude Luca Zhou – le condizioni legali per intervenire da soli per qualunque intervento di protezione civile, ma saremmo contenti di poter lavorare con le istituzioni italiane sotto la loro direzione. Metteremo a disposizione le nostre attrezzature”