Home NEWS Il colore del 2024 è ‘Peach Fuzz 13-1023’. Analizziamolo con l’esperta Cristina...

Il colore del 2024 è ‘Peach Fuzz 13-1023’. Analizziamolo con l’esperta Cristina Ferro

admin
663
0

di Elisabetta Failla

 Da pochi giorni è iniziato il nuovo anno che, come sempre, è caratterizzato da un colore. Per il 2024 il Pantone Institute ha scelto il  Peach Fuzz 13-1023, un mix fra rosa e arancio.

“Leggermente sensuale, una tonalità pesca sincera, con un tocco di tenerezza e gentilezza, Peach Fuzz 13-1023 comunica un messaggio di amore e condivisione, senso di comunità e collaborazione. È una sfumatura color pesca compassionevole e inclusiva che mette in risalto il nostro desiderio di solidarietà verso gli altri, di momenti di calma e di sentimenti di protezione suscitati”, spiega Pantone Institute. “Si tratta – prosegue – di una nuance pesca piacevole, che ispira sentimenti di appartenenza, nuovi equilibri ed è un’opportunità per prendersi cura di sé, calmarsi e trovare i propri spazi in cui prosperare e migliorarsi. Traendo conforto da Peach Fuzz 13-1023 possiamo trovare la pace interiore, con un impatto sul nostro benessere. È un colore che risveglia i nostri sensi con la presenza confortante della tattilità e del calore avvolgente”.

Ma perché è così importante la scelta del colore dell’anno? Ne parliamo con Cristina Ferro, fiorentina, consulente d’immagine, personal shopper, photo stylist e profonda conoscitrice del mondo della moda, materia che insegna in una prestigiosa università americana.

“Nel mondo ci sono numerose agenzie del colore, di cui il Pantone Institute è la più famosa. – spiega Cristina Ferro – Si tratta di un lavoro di un gruppo di esperti che tengono d’occhio il mercato mondiale, che non riguarda solo la moda ma anche l’interior design e altri settori legati al colore, per capire quando le persone sono stanche di una nuance e sono pronte a passare ad una nuova”.

Quindi il colore dell’anno detterà legge in molti settori? “Esattamente e influenzerà abiti, accessori, make-up ma anche tessuti di arredamento, oggetti e tanto altro. Nella scelta del colore è importante anche la texture che, in questo caso è vellutata proprio per donare morbidezza e avvolgenza”.

Dal 2020 al 2023 i colori erano molto belli, vibranti ma forse un po’ cupi. Adesso passiamo ad un colore molto delicato. Perché? “Personalmente me l’aspettavo perché c’erano già le premesse. Da tempo si vedevano tocchi di pesca, albicocca e terracotta in particolare nel make-up. Questo colore del 2024 è stato scelto, come dicevo prima, perché il mondo è pronto e vuole circondarsi di Peach Fuzz. Quando parlo di ‘mondo’, intendo non solo le persone ma anche le aziende che usano il colore anche grazie alla cosiddetta Retail Anthropology”.

Cosa sarebbe e a cosa serve? “È una scienza antropologica dedicata ai punti vendita. Forse non ci avete fatto caso ma i negozi, soprattutto quelli dei brand famosi, hanno sempre un proprio stile e usano un determinato colore che crea una relazione profonda tra il cliente e il marchio. In pratica è il colore a donare emozione”.

Quali emozioni potrebbe provocare Peach Fuzz? “Pensiamo al contesto in cui il mondo vive. Possiamo dire che è terribile. A livello mondiale c’è una profonda crisi economica, ci sono tantissime guerre, comprese quelle dove il nostro Paese non è direttamente coinvolto. Ecco che si avverte la necessità di creare ambienti dove le persone si sentano a casa e siano tranquille. Un luogo che le circondi di emozioni morbide e di pace. Questa relazione positiva ha lo scopo di mettere a proprio agio i clienti che così sono più propensi ad acquistare”.

Parliamo di moda. Il colore Peach Fuzz sta bene a tutti? “Non esattamente. Questo è un colore che sta bene a chi ha i toni medi e caldi negli occhi, nei capelli e nell’epidermide. Lo si può indossare sia come colore neutro, perché è molto delicato, sia in modo brillante per creare un accento nel proprio outfit. Chi invece ha colori freddi, lo può indossare ma lontano dal viso. Lo suggerisco come accessorio. Ad esempio dei braccialetti in platino e Peach Fuzz per giocarci oppure abbinandoli a colori freddi per osare un po’ di più”.

Quindi dobbiamo prepararci ad un 2024 a tutto Peach Fuzz? “Questo è un colore che, ripeto, era già nell’aria ed è protagonista di quest’anno anche se rimarrà con noi per molto tempo ancora”.