Home Focus Toni: “Non so quale sarà il mio futuro, ma ci tengo a...

Toni: “Non so quale sarà il mio futuro, ma ci tengo a ringraziare tutta Firenze”

283
0

toni“Quella di domenica potrebbe essere la mia ultima partita al Franchi per questo ci tenevo a salutare tutta Firenze. Non so ancora cosa sarà del mio futuro. Resterò alla Fiorentina solo se mi vorranno davvero”.
Luca Toni si presenta nella sala stampa Manuela Righini per fare chiarezza, vista la situazione di stallo relativa al suo contratto. Un accordo che sembrava una formalità, ma che ancora non c’è e potrebbe anche non arrivare mai.
Toni, ci aiuta a capire cosa farà nel futuro?
“La mia intenzione è quella di restare a Firenze, ma soltanto se sarò considerato un giocatore utile alla causa. Mi sento in grado di dare ancora un contributo importante, ma non dipende da me. A fine campionato decideremo. Rimarrò soltanto se ci sarà entusiasmo da entrambe le parti”.
Come giudica la sua esperienza fiorentina?
“Credo di aver fatto bene, sia in termini di gol che di entusiasmo trasmesso ai compagni. A Firenze io e la mia compagna siamo rinati. Ho vissuto un periodo splendido e voglio salutare tutti, dal tassista al macellaio. Ci tenevo a fare questa conferenza per dire grazie alla città”.
Ma il contratto non doveva essere una formalità?
“Adesso forse ci sono altre priorità. Comunque la Fiorentina sa come la penso. Ad agosto ho firmato in bianco. Resto solo se fa davvero piacere che io rimanga. Non so se hanno ancora fiducia in me e che cosa
vorranno fare. Mi hanno detto che ci saremo rivisti a fine campionato e vedremo cosa verrà fuori “.
Ha ricevuto altre offerte, tipo dal Sassuolo?
“Dal Sassuolo no, ma ho ricevuto offerte che per adesso non ho preso in considerazione. Lo farò quando avrò deciso se continuare o meno a giocare. Decideremo insieme alla mia compagna. Se giocherò ancora vorrà dire che mi sento al 100 per 100”.
Cosa vuole dire ad Andrea Della Valle?
“Col presidente c’è un bellissimo rapporto. Alla famiglia Della Valle devo solo dire grazie e sarò sempre grato al di là di tutto”.
Ci parli del suo rapporto con Montella…
“Non ho nessun problema con lui, anzi lo ringrazio perché mi ha dato la possibilità di giocare e di farmi capire che sono ancora un calciatore. Non so se giocherò col Palermo domenica, ma spero di fare almeno un altro gol per far perdere la scommessa a Guetta”.
Il momento del suo compagno Jovetic non è certo dei migliori…
“Stevan è dispiaciuto perché tutti si aspettano sempre la grande giocata e se non la fa viene giudicato male. Anche lui sente che nell’aria non c’è più quell’entusiasmo di prima nei suoi confronti. Cerca sempre il colpo a effetto per riavere l’amore della gente e a volta paga questa situazione”.
Il terzo posto è ancora possibile?
“Le speranze sono minime, ma dobbiamo crederci. Peccato aver perso con la Roma, ma abbiamo comunque fatto un grande campionato”.
Domenica arriva il Palermo in lotta per la salvezza…
“Per loro è l’ultima spiaggia, ma noi vogliamo vincere per chiudere il campionato alla grande”.
L’arbitraggio nella gara con la Roma è stato influenzato dalla lotta col Milan?
“Non voglio credere a queste cose perché se fossero vere potremmo chiudere e andare tutti a casa”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here