Home Senza categoria Sconfitta dall’Acquachiara (11-15), la Rari può dirsi soddisfatta dell’8° posto.

Sconfitta dall’Acquachiara (11-15), la Rari può dirsi soddisfatta dell’8° posto.

259
0

rari nantesCon la sconfitta casalinga per 11-15 contro la Carpisa Yamamay Acquachiara, si chiude la stagione della Rari Nantes Florentia. Un peccato, visto che i biancorossi hanno iniziato alla grande l’incontro vincendo il primo tempo per 3-1. Ed è proprio all’inizio che la Florentia dimostra di che pasta è fatta. Ottima la difesa, pronta a bloccare le iniziative degli avversari, a rubare la palla con un bravissimo Mugelli fra i pali. Altrettanto buono l’attacco pronto “a provarci” sempre e comunque pur di andare a rete. Sicuramente il migliore tempo dei gigliati che vincono il primo quarto grazie a una doppietta di Di Fulvio – bellissimo il suo secondo gol in contropiede su assist di Brancatello – e Esket mentre per l’Acquachiara è Luongo a segnare. Dalla seconda frazione la musica cambia perché i napoletani non ci stanno e cominciano ad essere più aggressivi. Inizia così un entusiasmante ping pong fra le due squadre che ha sicuramente e piacevolmente sorpreso il pubblico sugli spalti. Segna Gobbi per la Rari, seguito da 2 rigori per l’Acquachiara entrambi realizzati da Pektovic, uno dei migliori in acqua. Quindi vanno in gol Di Fulvio e nuovamente Gobbi per la Florentia e Perez e Longo per gli avversari. Chiude la goleada a meno di un minuto dal termine Di Fulvio che porta la situazione sul 4 pari. Il gioco è comunque duro e il nervosismo si sente sia in acqua che a bordo vasca. Per gli avversari escono per proteste Mattiello e l’allenatore De Crescenzo. Dal terzo tempo la Rari Nantes inizia a perdere terreno. I biancorossi mancano di lucidità e di questo ne approfitta l’Acquachiara che alla fine della frazione riesce a passare in vantaggio. Sul 10-11 inizia l’ultimo quarto. Gli avversari spadroneggiano in acqua mentre i rarini annaspano mancando di concentrazione e idee. Saviano viene espulso per brutalità a dimostrazione di come la partita sia sta comunque sentita fino in fondo. 1-4 il risultato del quarto tempo. Nonostante la sconfitta la Rari Nantes Florentia può essere comunque soddisfatta del suo percorso. Data per retrocessa ancor prima dell’inizio del campionato, a causa di problemi societari e di gestione, i giocatori insieme all’allenatore Riccardo Vannini sono riusciti a smentire le profezie raggiungendo prima la salvezza e poi i playoff. Vannini potrà essere fiero dei suoi ragazzi, la maggior parte dei quali – lo ricordiamo – si è impegnato fino in fondo senza alcun rimborso spese. Tutti quanti hanno giocato anche e soprattutto onorati di difendere i colori di una delle società sportive di Firenze con oltre cento anni di storia sportiva – e che storia! – che ha portato in alto il nome di Firenze in Italia e all’estero. La speranza è che all’inizio del prossimo campionato la Rari Nantes Florentia sia ancora ai blocchi di partenza. Alla faccia dei gufi!
 
Elisabetta Failla
 
 5-8 posto – Gara 2: Florentia-Acquachiara 11-15
(3-1; 4-4; 3-6; 1-4)
Florentia: Mugelli, Sindone 2, Borella, Coppoli, Martini, Eskert 1, Brancatello, Bosazzi 1, Gitto M. 1, Gobbi 2, Bini, Di Fulvio A. 4, Cicali. All. Vannini.
Carpisa Yamamay Acquachiara: Lamoglia, Perez 1, Mattiello, Luongo 4, Postiglione, Petkovic 6 (2 rig.), Gambacorta, Ferrone, Saviano 1, Draskovic, Di Costanzo, Sadovyy 3, Gaeta. All. De Crescenzo.
Arbitri: L. Bianco e Petronilli.
Superiorità numeriche: Florentia 5/7 e Acquachiara 5/8 + 2 rigori.
Note: espulsi per proteste nel secondo tempo Mattiello (A) e il tecnico De Crescenzo (A) e nel terzo Coppoli (F). Espulso per brutalità Saviano (A) nel quarto tempo. Nessuno è uscito per limite di falli.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here