Home MAGAZINE Pitti Immagine Uomo “cammina” già nel futuro

Pitti Immagine Uomo “cammina” già nel futuro

225
0
Pakerson modello Derby in alligatore
Pakerson modello Derby in alligatore

Il tema dell’86° edizione di Pitti Immagine uomo è Walkabout, ovvero camminare. Niente di tecnologico quindi ma un ritorno alla semplicità perché il movimento porta con sé la voglia di prendersi cura di se stessi, di imprimere il proprio passo alle proprie azioni ma anche ai propri pensieri. Un’attività, forse, resa secondaria dal modo di vivere di oggi, hypertecnologico e veloce ma di cui le persone sentono assolutamente bisogno: camminare per sentirsi bene fisicamente ma anche per dare tempo e spazio alle proprie riflessioni. Intorno a questo tema ruotano tutte le collezioni presenti in questi giorni alla Fortezza da Basso che mostrano una moda definita da alcuni “giudiziosa”, cioè fatta per durare nel tempo sia per quel che riguarda l’abbigliamento classico che per il tempo libero. Parlando di camminare, nessun accessorio più delle scarpe può essere in linea con questo tema. In questa edizione si confermano vincenti le aziende italiane che sanno esaltare il made in Italy artigianale ricercato, anche e soprattutto, dai buyers stranieri. La “sartorialità” nella calzatura è, quindi, il vero valore aggiunto tanto che la Maison Stefano Bemer, uno dei primi 7 marchi mondiali di calzature da uomo “tailor-made”, ha organizzato un evento speciale aprendo le porte del suo laboratorio ai migliori cobbler internazionali per un simposio sullo stato e il futuro della calzatura tra “ready-to-wear” e “bespoke” seguito nella splendida cornice di Villa Cora da una beSpoke Night all’insegna della convivialità e complementarietà tra eccellenze produttive internazionali come sarti, profumieri, orologiai e, ancora, automobili, accessori, cibo. Anche Pakerson, da oltre 50 anni brand di riferimento per tutti gli amanti della calzatura,  ha presentato a questa edizione le sue collezioni come sempre caratterizzate da morbidezza, leggerezza, flessibilità. I materiali utilizzati sono sempre molto classici come vitello, cervo, camoscio oppure molto pregiati come vitello anticato interamente a mano, alligatore e alligatore anticato a mano. Le forme si accorciano e diventano sempre più comode. Le suole si alzano pur mantenendo la scarpa ultra-leggera grazie al Morflex con il quale vengono realizzate.Le fodere per l’ inverno sono sempre più calde come lo Sherling, l’astrakan e il castoro. Le lavorazioni Goodyear, San Crispino e Bologna caratterizzano l’intera collezione. Il colore dominante per la prossima stagione è il Bordeaux affiancato dagli intramontabile blu, grigio e testa di moro. Di particolare successo la colorazione delle calzature eseguita a mano con il metodo Vintage, capace di ottenere colori ricchi di trasparenze e di tonalità dal gusto particolarmente ricercato. Pakerson offre ai propri clienti un servizio custom made che comprende sia le scarpe su misura che la personalizzazione nei colori, nei materiali e negli accessori.

Elisabetta Failla

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here