Home Annunci Sulle rotaie attraverso la Piana: la rivoluzione del tram treno per un’area...

Sulle rotaie attraverso la Piana: la rivoluzione del tram treno per un’area metropolitana sostenibile

354
0

Una tipologia di trasporto rivoluzionaria per viaggiare su tracciati ferroviari e tranviari. È Tram Treno della Piana, l’idea-progetto che il nuovo gruppo di lavoro Labmob presenta insieme a Legambiente Toscana: un sistema integrato di tramvie e linee ferroviarie al servizio della più grande area metropolitana della regione. Una tipologia di trasporto originale per l’Italia, ma ben presente in Europa (nella foto il tram treno di Karlsruhe in Germania).

La caratteristica principale è che può viaggiare sia su tracciati ferroviari che tranviari, a velocità diverse. E se da una parte utilizzare i binari dedicati dei treni permette di ridurre gli investimenti per la realizzazione dell’infrastruttura, allo stesso tempo l’essere  tram consente di garantire un servizio di collegamento nei centri urbani, dove è molto più alta la domanda di mobilità.

L’idea-progetto prevede 2 fasi. La Fase 1 prevede la linea tram treno che collega l’aeroporto di Firenze a Campi Bisenzio passando per l’Osmannoro. Un tracciato lungo 6,7 km a cui si aggiungono i 6,4 km di tratta su binari ferroviari esistenti. In tutto, 13,1 km e 14 fermate da percorerre in poco più di 20 minuti. Tra le fermate la zona artigianale, la motorizzazione civile e l’Oasi faunistica di Focognano.

La Fase 2 interessa invece la linea tram treno che da Campi Bisenzio arriva Prato Est, toccando il polo scolastico campigiano de “La villa”, l’abitato di Santa Maria a Colonica e l’area Macrolotto fino a giungere nella zona del Museo Pecci di Prato. Il tracciato Campi Bisenzio- Prato è lungo 7,4 km e prevede 13 fermate da percorrere in 18 minuti.

È possibile consultare l’idea progettuale del Tram Treno della Piana sul sito di Legambiente Toscana qui

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here