Home Magazine Natale in Oltrarno, inaugurate la pista di pattinaggio e le illuminazioni di...

Natale in Oltrarno, inaugurate la pista di pattinaggio e le illuminazioni di via Romana

487
0

Ha debuttato finalmente la pista di pattinaggio sul ghiaccio, al Villaggio di Babbo Natale in piazza del Carmine, mentre via Romana svela l’illuminazione all’insegna delle tre R (Riciclo, Riuso, Rispetto). Sono solo alcune delle novità del weekend di “Natale è… Oltrarno” per riscoprire il cuore pulsante della città grazie alle iniziative ideate da Oltrarno Promuove 2.0, promosso dal Comune di Firenze e dalla Camera di Commercio di Firenze, col patrocinio della Regione Toscana, in collaborazione con Confesercenti, Confartigianato, Cna e Confcommercio e il contributo finanziario della Camera di Commercio. Per tutta la giornata di mercoledì 16 dicembre sarà possibile noleggiare i pattini e salire sulle giostre allestite in piazza del Carmine, gratuitamente. A poca distanza, via Romana svela la sua nuova illuminazione natalizia: dopo che nel 2013 le decorazioni furono ispirate agli ombrelli e nel 2014 alle biciclette, il tema scelto quest’anno è quello delle tre R (Riciclo, Riuso, Rispetto) per cercare di salvare il pianeta, alla luce di una nuova consapevolezza sui cambiamenti climatici in corso. Gli addobbi sono pacchi costruiti con taniche da olio da 3 litri, mentre i lampadari sono fatti con bottiglie da 1 e 1,5 litri elettrificate a led, quindi a basso consumo energetico. “Abbiamo pensato anche alla grandinata d’agosto – spiega Antonella Ciullo, presidente del Centro Commerciale Naturale di Boboli – e crediamo che riusare, riciclare e ricreare voglia dire rispettare il posto in cui viviamo. A settembre è partita una raccolta delle bottiglie di plastica tra commercianti e residenti del quartiere con l’idea di creare un’installazione artistica di forte impatto visivo. Per due mesi abbiamo accumulato materiale, trovando ulteriore supporto dalla donazione di una importante realtà industriale cittadina che abbiamo scoperto estremamente virtuosa sul tema dell’ambiente, la Capp Plast di Campi Bisenzio. Abbiamo progettato lo stile, assemblato prototipi e affidato a un artigiano la costruzione degli addobbi – continua Ciullo – e finalmente ci siamo: è stato un lavoro enorme e complicato che abbiamo svolto con convinzione ed entusiasmo nonostante qualche inconveniente e le immancabili critiche, anche interne, perché in via Romana c’è vita, c’è fermento, entusiasmo e volontà di partecipare”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here