Home Starbene / Gusto Il 17 gennaio a San Gimignano il IV Premio Gambelli proclamerà il...

Il 17 gennaio a San Gimignano il IV Premio Gambelli proclamerà il miglior enologo “Gambelliano” Under 35

311
0

Tutto pronto per la degustazione che domani 17 gennaio a San Gimignano decreterà il vincitore del IV Premio Giulio Gambelli, riconoscimento che premia ogni anno quel giovane enologo under 35 il cui lavoro abbia saputo incarnare al meglio l’idea di vino portata avanti dal grande Maestro del Sangiovese.

i dieci degustatori in giuria sono sia soci ASET – Associazione Stampa Enogastronomica Toscana, sia  giornalisti IGP, ovvero I Giovani Promettenti, blog network costituita da Lorenzo Colombo, Roberto Giuliani, Carlo Macchi, Luciano Pignataro e Stefano Tesi. I giurati si ritroveranno presso il Consorzio della Denominazione San Gimignano per assaggiare, rigorosamente alla cieca, i numerosi campioni in gara.

Un successo crescente quello del Premio Gambelli – istituito nel 2012 da ASET ed IGP che ha registrato quest’anno un autentico boom con oltre 30 candidature giunte da tutta la Penisola attraverso la segnalazione da parte di giornalisti di settore e, novità dell’edizione 2016, con auto candidatura.

Fra queste sono 19 i candidati ammessi alla finale di domenica, con ben 4 donne: giovani under 35 operanti in Basilicata, Sicilia, Toscana (6), Veneto, Trentino, Friuli (2), Piemonte (5), Liguria e Lombardia. Massimo tre i vini (tutti già in commercio) presentati in assaggio da ognuno, che verranno valutati in base alla loro corrispondenza ai tratti “gambelliani”.

La consegna del Premio, ospitata a rotazione dai Consorzi partner (Chianti Classico, Nobile di Montepulciano, Brunello di Montalcino e Vernaccia di San Gimignano) nel corso delle tradizionali Anteprime del vino, avverrà martedì 16 febbraio in occasione dell’Anteprima del Consorzio della Vernaccia di San Gimignano in programma nella cittadina toscana. Al vincitore, oltre alla targa ricordo, anche un premio in denaro di 1500 euro possibile grazie al contributo di alcune delle aziende di cui Giulio Gambelli è stato storicamente amico e consulente.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here