Home FASHION&STYLE Lineapiù sposa la tecnologia delle stampanti 3D per il settore moda

Lineapiù sposa la tecnologia delle stampanti 3D per il settore moda

445
0

Parte da Prato l’innovazione che rivoluzionerà i canoni e le opportunità dell’industria tessile e della maglieria. Ancora una volta il cambiamento ha il nome di Lineapiù Italia. L’azienda di Capalle – leader mondiale nella produzione di filati per maglieria nell’alto di gamma, guidata da Alessandro Bastagli (nella foto)linea più-1 – già negli anni ’80 aveva introdotto la viscosa nel mondo dei filati, spostando periodicamente in avanti l’asticella di ciò che è possibile realizzare con un filo: sia in termini estetici che di prestazioni tecniche.

Oggi Lineapiù Italia, in collaborazione con il maglificio Miles, nella persona di Alessandro Bocchese, co-titolare, scrive l’ennesimo capitolo di una storia dedita all’innovazione: portando i filati nella terza dimensione.Si chiama NeTTA – acronimo che intende New Technology for textile application – significa semplicemente “futuro”. Applicando la tecnologia delle stampanti 3D al settore moda, Lineapiù Italia permette a stilisti e maglifici di superare limiti tecnici, concettuali e gestionali sino ad ora invalicabili: rivoluzionando il sistema di progettare la maglieria.

 

 

Firenze, 27 January 2016 – Prato is the starting point for the development that will revolutionize canons and opportunities for the textile and knitting industries. And, once again, the change carries the name of Lineapiù Italia. Back in the 1980s, the Capalle-based firm – the world’s leading manufacturer of yarns for high-end knitwear, directed by Alessandro Bastagli – had brought viscose in the world of yarns. And since then, it has raised the bar when it comes to what can be achieved with a yarn: in terms of aesthetics and technical performance.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here