Home Magazine Musica & spettacoli Hand signed, il signore del noise Bill Kouligas in Sala Vanni

Hand signed, il signore del noise Bill Kouligas in Sala Vanni

555
0

Bill Kouligas 2Hand signed, terzo appuntamento venerdì 18 marzo in sala Vanni a Firenze. La rassegna realizzata da Ooh-sounds, Node Festival e Musicus Concentus con la collaborazione del Museo Marino Marini ospita il musicista, artista visivo e designer Bill Kouligas.
Cresciuto ad Atene fra i suoni dell’hardcore, del post-punk e della new- wave, è attivo nella scena noise sperimentale della Londra del primo decennio come promoter, produttore e artista sotto diversi alias.
Vive ora fra Berlino e New York e dal 2008 il suo nome è associato a una delle etichette più influenti e all’avanguardia del panorama europeo: la Pan, da lui stesso fondata. È attraverso di essa che Kouligas “disegna” la sua visione di una contemporaneità in cui i linguaggi artistici inevitabilmente si compenetrano. La Pan raccoglie intorno a sé artisti di calibro e giovani dalle ottime speranze, provenienti dai più disparati contesti: Florian Hecker, l’innovatore australiano Oren Ambarchi, Afrikan Sciences, Lee Gamble, M.E.S.H., Visionist, Helm e Objekt, con il suo primo LP “Flatland”.
Kouligas cura personalmente ogni singolo dettaglio delle release: gli artwork e l’approccio concettuale, sviluppando una forte identità editoriale, unica nel suo genere. Come artista ha da poco remixato un brano da “Lost Themes”, ultima creazione sonora del regista/compositore John Carpernter, e le sue collaborazioni vanno da Joseph Hammer, Destroy All Monsters, Sudden Infant, C Spencer Yeh, John Olson, Christian Weber, Chris Corsano, RLW, Kouhei Matsunaga. Il suo suono è un mix organico, scuro, nutrito di techno, industrial, noise e varie forme sperimentali. Come curatore, nel 2013, ha lanciato il PAN_ACT, festival già di culto che ha portato a New York artisti come Terrance Dixon, Catherine Christer Hennix e Rashad Becker.
Ad Hand Signed Kouligas presenterà un live tutto inedito, con un set-up in bilico fra analogico e digitale. Il live di Bill Kouligas sarà introdotto da una sonorizzazione realizzata in forma di dj-set da Backwords.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here