Home Magazine Musica & spettacoli Favino rilegge le Tre sorelle di Cechov, uno spaccato del Sud alla...

Favino rilegge le Tre sorelle di Cechov, uno spaccato del Sud alla Pergola

512
0

2 LOW - La controra - L. Savino, P. Michelini, F. Sacchi, A. Lori, A. Ferzetti_ ph. Filippo Manzini

di Raffaella Galamini

Metti Le tre sorelle in un paesino del profondo Sud. Come se Cechov incontrasse De Filippo. Parte con una rilettura biografica La controra, in cartellone fino a domenica 1 maggio al Teatro della Pergola. Si tratta di una prima nazionale. Lo spettacolo di Pierfrancesco Favino e Paolo Sassanelli è tratto da Le Tre sorelle di Čechov. L’ambientazione familiare del Meridione negli anni ’50, più familiare per il pubblico italiano, esalta la vita del testo e gli spunti di commedia che Čechov stesso nelle sue lettere diceva di non veder rappresentati a sufficienza. Una rilettura che per Favino ha un forte sapore autobiografico, tanto che lo spettacolo è dedicato alla madre e alla Pergola che ha creduto in questo progetto.
Tra la lingua di Eduardo De Filippo e Pane, amore e fantasia, i dialoghi scivolano con leggerezza, i rapporti tra i personaggi diventano subito evidenti, forti si rivelano le analogie con il Sud, simili il senso del tempo, dello stare insieme, del fantasticare.
In scena, accanto a Favino nel ruolo di Natale Vurro, le tre sorelle Vurro e cioè Lunetta Savino, Fabrizia Sacchi, Paola Michelini, e Anna Ferzetti, Antonella Lori, Bruno Armando, Guido Caprino, Totò Onnis, Francesco De Vito, Renato Marchetti, Teodosio Barresi, Gianluca Bazzoli, Domenico Pinelli. La regia è di Pierfrancesco Favino e Paolo Sassanelli. Una produzione Fondazione Teatro della Toscana, in coproduzione con Compagnia Gli Ipocriti.
Mercoledì 27 aprile, ore 18, alla Pergola, la Compagnia incontra il pubblico. L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.
Biglietti: teatro della Pergola, via della Pergola 30, tel. 055.0763333, www.teatrodellapergola.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here