Home Focus Wired, il festival dell’innovazione a Firenze per parlare di Bellezza con artisti,...

Wired, il festival dell’innovazione a Firenze per parlare di Bellezza con artisti, politici ed esperti

256
0

Il Wired Next Fest, il più grande festival italiano dedicato all’innovazione, trasloca a Firenze dopo quattro edizioni a Milano. L’appuntamento, in programma il 17 e il 18 settembre a Palazzo Vecchio e al Palagio di Parte Guelfa, vuole trasformare la culla del Rinascimento nella capitale dell’innovazione per un autentico Rinascimento digitale. Non è un caso che il tema scelto è la Bellezza.
Wired Next Fest propone novità e momenti di confronto su scienza, tecnologia, business, web ed eccellenza. Queste le parole chiave di un cambiamento sotto il profilo economico, culturale e sociale. Diversi i momenti di incontro: conferenze, laboratori, performance artistiche, esibizioni a cui prendono parte esperti e leader di settore di rilievo nazionale e internazionale. Il tutto a ingresso gratuito (su registrazione).
Firenze diventerà luogo d’incontro e confronto con diverse realtà italiane e straniere, che si alterneranno tra il palco del Salone dei Cinquecento e la Sala D’Arme. Il Palagio di Parte Guelfa ospiterà workshop e laboratori. Piazza Santissima Annunziata sarà invece il palcoscenico all’aperto del grande concerto serale di sabato con la star dell’elettronica mondiale Jon Hopkins.

wired1
Tra gli ospiti: il presidente del Consiglio Matteo Renzi, il sindaco Dario Nardella, Paolo Nespoli, lo chef Massimo Bottura, il fotografo Oliviero Toscani, l’attore Pierfrancesco Favino, il teorico dei nuovi media Evgenij Morozov, il papà delle emoji Scott Fahlman, il responsabile dell’agenda digitale del Governo Paolo Barberis, il filosofo dell’informazione Luciano Floridi, Pierluigi Pardo, gli astronauti Paolo Nespoli e Luca Parmitano, il direttore generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto, l’onorevole Monica Cirinnà, il personaggio tv Joe Bastianich, l’artista Jan Fabre, Carlo Freccero, l’editorialista del NYTimes Alice Rawsthorn, Stefano Boeri, Zerocalcare, lo scrittore Marco Malvaldi, il padre del motore di ricerca Bing Lorenzo Thione, Gabriele Mainetti, Lorenzo Richelmy, uno dei mostri sacri del graffittismo Torrick Ablack alias TOXIC, Fabio Volo, Jon Hopkins, The Jackal, i musicisti Devrenda Banhart e Boosta, e molti altri.

L’ingresso al Wired Next Fest, in collaborazione con il Comune di Firenze, è completamente gratuito su iscrizione e fino a esaurimento posti. Per programma e iscrizioni nextfest.wired.it.

Raffaella Galamini

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here