Home Magazine Musica & spettacoli Massimiliano Conte si aggiudica la finalissima de ‘La fabbrica della comicità’

Massimiliano Conte si aggiudica la finalissima de ‘La fabbrica della comicità’

627
0

di Elisabetta Failla

Si è chiusa con la vittoria del Massimiliano Conte la finalissima della terza edizione del Concorso Nazionale di Cabaret La Fabbrica della Comicità.Com Comici o Miseria, presentata da Stefano Baragli.

Sul palco del teatro Le Laudi di Firenze si sono esibiti nove finalisti provenienti da tutta Italia (uno, Nicola Pesaresi ha dato forfait all’ultimo momento per gravi motvi familiari). Tra questi tre toscani: Daniele Angeli di Pistoia, Fancesco Tortorella da Prato e iivornese Nico Pelosini, secondo classificato che ha anche vinto il Premio Giuria del Pubblico, formata dai vincitori dell’iniziativa “Fabbricati un selfie” svoltasi durante le due semifinali. Il torinese Massimiliano Pica si è aggiudicato il Premio della Critica mentre Paolo Ranghini ha vinto il Premio “OH! Ci risono”, ovvero il ripescaggio votato dal web sul sito del concorso che ha dato la possibilità ad uno degli eliminati delle due semifinali di partecipare alla finale.

Complimenti a  Silvia Papucci e alla SP Management, organizzatore del contest, che hanno scovato attraverso selezioni in tutta iItalia concorrenti di  alto livello qualitativo. “Come sempre ce l’abbiamo messa tutta per far divertire e offrire la possibilità a chiunque partecipi al nostro concorso di poter avere un chance a livello lavorativo”, ha commentato Silvia Papucci.

Tanti gli ospiti che hanno partecipato alla serata. Tra questi, Riccardo Azzurri, già ospite alle semifinali, Sergio Forconi e Niki Giustini che hanno ricevuto entrambi un premio alla carriera.

Per la prima volta è stato assegnato il  premio Città di Firenze, ovvero un riconoscimento ad un personaggio pubblico o privato che si è distinto nel corso dell’anno per iniziative di interesse sociale. A riverlo questa volta è stata Carlotta Filardi, promotrice della legge Filardi che prevede l’esenzione delle visite fiscali ai cittadini colpiti da tumori, e fondatrice dell’associazione Totta per Tutti.

Grande commozione anche per il genitori di Manuel, Katia Pieri e Giampaolo Cecchini. La prematura scomparsa  del loro bambino  li ha convinti a creare l’associazione Un amico per tutti, che si occupa di aiutare i bimbi ricoverati nel reparto di oncometalogia dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. “Da lassù Manuel ci dà tanta forza – ha raccontata mamma Katia – nel suo ricordo aiutiamo tanti bambini ma non nego che, prima di tutto, aiutiamo anche noi stessi ad andare avanti”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here