Home CITTA' METROPOLITANA Prato, un'asta per aiutare le popolazioni terremotate del Centro Italia

Prato, un'asta per aiutare le popolazioni terremotate del Centro Italia

361
0

Le associazioni IL DADO, che gestiscono gli spazi espositi vi di via Firenzuola, nel corso delle loro riunioni di programmazione eventi, colpite da quanto stava accadendo nelle zone appenniniche centrali colpite dal terremoto, hanno deciso di organizzare un’asta di beneficienza in favore di tali zone, hanno discusso con l’assessore alla cultura del Comune di Prato e con i responsabili della Provincia ottenendo da entrambe le istituzioni patrocinio e sostegno logistico. Hanno quindi attivati i propri contatti artistici ottenendo come risposta che quasi l’intera comunità artistica pratese ha donato opere per l’iniziativa arrivando a raccoglierne 120. E’ stata quindi contattata la Protezione Civile e il Comitato Pro-Emergenze che hanno immediatamente aderito all’iniziativa e contribuito con numerose informazioni e sostegno di personale.

Purtroppo la scarsità di tempo e la mole degli impegni ci hanno impedito di rivolgerci ai mezzi di comunicazione in modo più tempestivo. Contiamo tuttavia di poter avere il vostro appoggio in tempi così ristretti per promuovere questo evento.

Attualmente la mostra delle opere è allestita nei locali della Provincia, in via Ricasoli 17 (ingresso e sala ovale), tutti i giorni (anche i festivi) dalle ore 10:30 alle ore 12:30 e dalle ore 16:00 alle ore 19:00.

Domenica 11 dicembre la mostra sarà ancora visitabile negli stessi orari mattutini, mentre nel pomeriggio, a partire dalle ore 16:00 si terrà l’asta per la raccolta di fondi. Tutti i cittadini, le associazioni e gli enti sono invitati a partecipare a questa iniziativa affinché la nostra città possa contribuire in maniera tangibile a sostenere queste zone così colpite e nello stesso tempo operare per una ricostruzione della rete solidaristica sociale della quale si sente sempre più bisogno.

 

opificio-jazz-orizzontale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here