Home Starbene / Gusto Siena capitale del vino con Wine&Siena

Siena capitale del vino con Wine&Siena

352
0

Degustare il vino mentre si ammira La Maestà di Simone Martini o il Guidoriccio da Fogliano, nella sala del Mappamondo nel Palazzo Comunale di Siena, attigua alla sala dei Nove con il ciclo del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti, oppure nelle storiche sale di Rocca Salimbeni e di Palazzo Sansedoni, nell’Aula Magna di una delle più antiche università europee, attiva già nel 1240.

E’ l’opportunità che nasce per la prima volta grazie alla seconda edizione di Wine&Siena, Capolavori del gusto il 21 e 22 gennaio prossimi a Siena. La manifestazione, dedicata alla promozione e alla valorizzazione delle eccellenze vitivinicole e culinarie dei terroir, torna nelle sale di Rocca Salimbeni, sede centrale del Monte dei Paschi di Siena, al Grand Hotel Continental (Starhotels Collezione) e si amplia a tutta la città: all’Università di Siena, con il Rettorato che sarà cittadella del Food, a Palazzo Sansedoni, sede della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, e a Palazzo Comunale, nelle storiche sale del Museo Civico.

A Wine&Siena, firmato dagli ideatori del Merano Wine Festival, saranno presenti solo produttori selezionati, oltre 200. Due giorni a passeggio nel Medio Evo per scoprire i migliori produttori vitivinicoli italiani, artigiani del gusto, prodotti tipici di eccellenza, tutti selezionati per il livello qualitativo dei loro prodotti. L’evento è ideato da Gourmet’s International, il sistema di selezione e valorizzazione di eccellenze che sta dietro al successo internazionale di manifestazioni quali il Merano WineFestival, e Confcommercio Siena. Insieme hanno attivato importanti collaborazioni. Sono organizzatori, oltre Confcommercio Siena, il Comune di Siena e la Camera di Commercio di Siena.

Wine&Siena è sostenuto da Banca Monte dei Paschi di Siena, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Università di Siena, Grand Hotel Continental – Starhotels Collezione, che hanno concesso spazi prestigiosi per la manifestazione, e di Enoteca Italiana che curerà le masterclass.

Quest’anno si aggiunge anche “Food&Siena”, cittadella del gusto dedicata al food, che avrà la sua sede al Rettorato, la sede storica dell’Università degli studi di Siena, nata quasi ottocento anni fa.

Si parte il 20 gennaio con la Small Plate gale presso il Rettorato dell’Università di Siena. L’esclusività della formula di Wine&Siena consiste nel fatto che tutti i produttori sono stati selezionati tra i vincitori degli annuali Merano WineAward e che questo evento si configura come uno dei pochi, a livello nazionale, che garantisce una selezione qualitativa di prodotti e produttori presenti.

“Siena è una capitale del vino per qualità di prodotto e per numero di denominazioni di origine, in questo senso Confcommercio Siena ha immaginato questo evento – ha detto Stefano Bernardini, presidente Confcommercio Siena – L’obiettivo è quello di scommettere su una grande opportunità per presentare e far vivere un territorio dove ci sono eccellenze in tutti i settori. Dall’enologia, alla gastronomia, passando dalle eccellenze in campo artistico, culturale, imprenditoriale, turistico, noi abbiamo un territorio ricchissimo, che vogliamo raccontare, aprire sempre di più ai viaggiatori da tutto il mondo. Tutto questo grazie ai soggetti che hanno partecipato e hanno dato la propria disponibilità”. “Continuiamo a scegliere la Toscana – e Siena in particolare – perché questa realtà può senz’altro definirsi la capitale italiana del vino e la Toscana la regione più vocata d’Europa alla produzione vitivinicola d’eccellenza” spiega Andrea Vanni, promotore dell’iniziativa insieme a al WineHunter Helmuth Köcher. “Un’area geografica tra le più vocate al mondo per la vitivinicoltura e punto di riferimento per l’enologia di qualità in Italia con le sue cinque le DOCG che tutelano i vini prodotti nelle varie micro e macro-aree”.

“Wine&Siena – sottolinea il Sindaco di Siena Bruno Valentini – è un evento strategico per il nostro territorio: per la provincia di Siena le produzioni vitivinicole non rappresentano solo un importante settore economico, ma sono qualcosa di più profondo, che ha a che fare con la storia e l’identità culturale della città e della sua campagna. E proprio la stupenda campagna che circonda Siena, come è dimostrato dall’affresco del Buon Governo del Lorenzetti, è da sempre un intreccio virtuoso tra storia, identità, coltivazioni vitivinicole e sviluppo economico: una sapiente e affascinante integrazione tra natura e opera dell’uomo. Per questo, anche attraverso Wine&Siena, ci candidiamo a diventare sempre più un punto di riferimento internazionale per l’enologia e per le produzioni vitivinicole sostenibili”.

L’ingresso costa 40 € (mezza giornata 25 €), dalle 10 del mattino fino alle 19, e permette di degustare tutti i prodotti presentati, che sono il risultato di un lavoro di degustazione e selezione da parte delle commissioni che ogni anno assegnano il prestigioso Merano WineAward. Oltre alla possibilità di degustare i migliori prodotti del territorio durante i due giorni della manifestazione, il programma prevede la presenza di masterclass a Palazzo Sansedoni, la Small Plate gale presso il Rettorato dell’Università di Siena il 20 gennaio, uno store delle eccellenze Merano WIneAward, degustazioni guidate. Informazioni, biglietti prenotazioni sul sito ufficiale www.wineandsiena.it e www.sienaincoming.com.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here