Home Senza categoria Volley Serie A1 F, non basta il cuore alla Savino del Bene...

Volley Serie A1 F, non basta il cuore alla Savino del Bene contro il Modena

275
0

14° GIORNATA SAMSUNG GEAR VOLLEY CUP

 LIU JO NORDMECCANICA MODENA – SAVINO DEL BENE SCANDICCI                          3-2

 LIU JO NORDMECCANICA MODENA: Caracuta ne, Brakocevic 23, Belien 8, Valeriano, Heyrman 14, Leonardi (l), Marcon 11, Bosetti 20, Ferretti 5, Ozsoy ne, Bianchini, Garzaro ne. Allenatore: Gaspari.

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Casillo ne, Crisanti 5, Zago 12, Havlickova 6, Da Silva 20, Loda 16, Merlo (l), Cruz, Giampietri ne, Scacchetti, Arrighetti 3, Meijners 16, Rondon (k) 1. Allenatore: Chiappafreddo.

SET: 25-18, 25-17, 26-28, 19-25, 15-13.

SPETTATORI: 2.117

ARBITRI: Lavagni e Cappelli.

 

Non sono bastati cuore e determinazione alla Savino Del Bene per aggiudicarsi la vittoria contro la Liu-Jo. Peccato, la Savino Del Bene dopo il terzo set meritava di più. Tolte tensioni, paura di sbagliare si è rivista la Savino Del Bene capace di conquistare la Final4.

 Adenizia mura Marcon. E’ con questo grande gesto atletico che si alza il sipario su Modena-Scandicci. I primi scambi sono lunghi e prolungati con la Savino Del Bene molto attenta in difesa e molto efficacie in contrattacco. Modena risponde con l’asse Ferretti-Bosetti e il set rimane sull’equilibrio. Ancora la Dea Da Silva vola in sospensione per il primo tempo che vale il 6 a 5. Ace del tulipano Flo, sboccia il mini-break: 8 a 6. Partita dai ritmi molto alti, Cruz molto brava in ricezione e difesa ha difficoltà in attacco ne approfitta Modena che prima raggiunge le scandiccesi poi allunga grazie ad una straordinaria Bosetti. Dentro Loda per Cruz. Chiappafreddo prova anche il cambio in diagonale: dentro Scacchetti e Zago per Rondon e Havlickova. Dopo un grande avvio, la Savino Del Bene inizia a commettere molti falli, Liu-Jo ringrazia e si porta sul 18 a 11. Bosetti è da applausi quando mette a terra un pallonetto nei tre metri che è un concentrato di classe: 19 a 12. Zago si sblocca, 21 a 13. La confusione e la paura prendono il sopravvento nelle file di Scandicci, Modena ringrazia e allunga ancora. Heyrman chiude 25 a 18. Troppi errori e poca cattiveria agonistica nelle file della Savino in questo finale di primo set.

 Secondo parziale che è lo specchio del finale del primo parziale, Modena è ancora padrone del gioco. Il pubblico arrivato da Scandicci prova a scuotere la squadra, Da Silva ci prova con un muro: 6 a 3. Ancora la brasiliana a mettere giù la palla, 7 a 5. Ace di Flo, 7 a 6. Brakocevic, una delle migliori in campo, mette giù l’8 a 6. Un incredibile errore del video-check a favore di Modena dà un’ulteriore spinta a Modena. La Savino Del Bene non ci sta e torna a -1 con Arrighetti. Fiamma che si spegne tra la sublime regia di Ferretti e gli attacchi nelle zone di conflitto di Marcon. Modena “morde” la palla, e recupera l’impossibile, la Savino Del Bene è in balia delle padrone di casa. Da Silva prova a rendere meno amaro il passivo: 19 a 12. Cruz prende il posto di Meijners. E’ Da Silva che recupera di piede e poi va a realizzare il 23 a 14. Bellissimo scambio che però non rende meno amaro il set: 25 a 17.

 Ancora Da Silva, giù il primo tempo chiamato da Rondon: 2 a 1.  Chiappafreddo cambia il sestetto base, Loda e Zago in campo da subito al posto di Havlickova e Cruz. Meijners 5 a 4. L’urlo di Loda che sfrutta a meraviglia le mani del muro è il segnale che la squadra non ha voglia di mollare. Crisanti prende il posto di Arrighetti. E’ bravissima la bergamasca a ricevere e chiudere il punto subito dopo, 10-9. La Savino Del Bene è nella partita. Ancora la Dea è provvidenziale: 15 a 14. Muro di Zago, 16 a 15. Si gioca punto a punto. Loda è un uragano, bene anche Crisanti che in fast firma il -1 (19-20). Loda è superlativa, attacco da ferma di seconda: 20 a 20. Flo trova l’incrocio delle linee: 21 a 20. Muro di da Silva: 22 a 21. Zago passa ancora, 23 a 21. Ancora Da Silva mette giù un bel primo tempo: 24 a 22. Zago sbaglia la palla del set (diagonale fuori), ma la Savino Del Bene del terzo set non molla Loda mette giù il 26 a 25. Flo dalla seconda linea, 27 a 26. Ace della migliore in campo, Sara Loda, 28 a 26.

 Quarto set con Crisanti, Loda e Zago nel sestetto. Ancora Loda cerca di tener in scia Scandicci, parallela 4 a 3 (-1). La Savino Del Bene decide di ergere un muro chiamato Da Silva: 3 muri vincenti, 8 a 7 Scandicci. Rondon è più sicura delle sue attaccanti, Crisanti è sicura quando viene chiamata in causa: 12 a 9. Pipe di Bosetti, 10 – 12 Scandicci. Fast di Crisanti, 13 a 10. Sboccia ancora Flo, 15 a 12. Ancora un muro di Zago, 17 a 13. Ancora Zago su Brakocevic, 18 a 13. Bosetti con l’aiuto del nastro, realizza l’ace del -3. Zago, 21 a 17: diagonale di rara potenza.  Crisanti sale in cielo, 24 a 18. Pipe di Meijners, 24 a 18. Super Crisanti in fast, 25 a 19. Col cuore, con grinta e con un gran muro: si va al tie-break!

 Zago, 1 a 0. Meijners in pipe, 2 a 0. Il pubblico ospite è in delirio. Sbagliano Zago e Meijners, 4 a 3 Modena. Dentro Scacchetti e Haclickova per Rondon e Zago ma è il servizio di Brakocevic a fare male, break Modena 8 a 3. Loda lo rompe, 8 a 4. Ace a ripetizione di Loda -1. Scacchetti per Havlickova: 9 a 8 Modena. Tornano in campo Rondon e Zago. Belien, primo tempo: 11 a 9 Modena. Scandicci non molla e si porta sul 11 a 11. Si gioca sui nervi, chi rimane più lucido nel finale vincerà la partita. Ferretti-Brakocevic regalano a Modena 3 set-point. Da Silva sbaglia il servizio sul 14 a 13, chiude Modena 15 a 13. Savino Del Bene bella a metà, ovvero nella seconda parte di match. 

Massimo Toccafondi: ” Dopo due set molto brutti, siamo riusciti a rimettere la partita nel giusto binario grazie ai cambi e anche a un loro leggero calo. Modena e Scandicci sono due squadre molto speculari che alternano una buona pallavolo a dei momenti di blackout, peccato per il tiebreak, perchè a quel punto potevamo vincere la partita!”

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here