Home Focus Ricaricare i veicoli elettrici nelle colonnine costa il doppio del normale costo...

Ricaricare i veicoli elettrici nelle colonnine costa il doppio del normale costo di casa

349
0

“Grande promozione della mobilità elettrica da parte del Comune di Firenze per i suoi residenti: da stamani per usare le colonnine di ricarica in giro per la città c’è l’obbligo della tessera emessa da Enel e, beffa ancor più grave, la corrente costa 40cent/kWh, il doppio del normale costo a casa.”

“Da un anno sapevamo che il contratto con Enel avrebbe potuto portare a ciò ma il Comune lo ha perso senza trovare una soluzione che consentisse di render gratuito questo servizio: chi usa il mezzo non inquinante elettrico deve ricevere un grazie dalla collettività e non vedevamo nulla di male se Enel avesse gratuitamente erogato questa energia, eventualmente con un contributo del Comune. Scoprire che si paga il doppio della normale elettricità pare una gabella insopportabile e inaccettabile. Non è stata neppure offerta una soluzione con canone annuale di qualche decina di euro per evitare che qualcuno la usasse impropriamente e adesso Enel rischia nelle colonnine non fast charge di far pagare questa energia più di quanto costi la benzina per spostamenti equivalenti.”

“Stamani chi deve ricaricare i mezzi ha avuto una brutta sorpresa e immaginiamo che non si possa far finta di nulla. Nessuna comunicazione sui costi da parte del Comune e le colonnine disattivate per chi era senza tessera Enel anche se in possesso della carta gratuita del Comune che funzionava fino a ieri. Il Comune faccia tornare sui propri passi Enel, apra un tavolo per definire la situazione e definire eventuali costi sostenibili a carico del Comune o al massimo in modo forfettario dai proprietari dei veicoli elettrici, ma nel frattempo le colonnine in Città siano riattivate immediatamente”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here