Home STARBENE / GUSTO Da un quarto di secolo 'A tavola sulla spiaggia' crea il menu...

Da un quarto di secolo 'A tavola sulla spiaggia' crea il menu dell’estate

144
0

di Elisabetta Failla

1998 - Anna Brosio
1998 – Anna Brosio

A tavola sulla spiaggia compie venticinque anni e da un quarto di secolo sulle “sabbie nobili” di Forte dei Marmi crea il menu dell’estate attraverso le proposte gastronomiche dei concorrenti evidenziandone anche le materie prime con cui vengono realizzate. Un concorso gastronomico, ma soprattutto un gioco, venuto fuori dal cilindro – meglio, dalla pentola – di quell’istrionico e geniale ideatore che è Gianni Mercatali. Ḕ stato lui a creare il primo contest gastronomico quando parlare di cibo era forse impensabile 25 anni fa. Prima di Masterchef, talent affini e prove del cuoco varie che oggi riempiono la TV e che di A tavola sulla spiaggia ne sono inconsapevolmente figli e nipoti.

Gianni Mercatali riesce a cogliere prima degli altri le tendenze facendo di una manifestazione come questa un successo che dura nel tempo visto le numerose richieste di partecipazione pervenute anche quest’anno da “chef rigorosamente non professionisti”, come lui stesso sottolinea.

L’idea che sta alla base di questo gioco è semplice ma offre uno spaccato storico culturale della Versilia che fu. Racconta della tradizione tipicamente versiliese di mangiare sulla spiaggia. Di quando si “vestiva alla marinara” e la servitù delle famiglie che abitavano a Roma Imperiale, come gli Agnelli, portavano i pranzo sotto le tende. Ma riporta anche agli anni del boom economico quando le mamme e le nonne portavano sotto l’ombrellone piatti tipici di quel periodo come le insalate di riso o di pollo, i pomodori ripieni, la carne fredda cucinata in vari modi e la macedonia di frutta.

Carlo Conti presentatore nel 1993
Carlo Conti presentatore dell’edizione del 1993

Per festeggiare questo anniversario A tavola sulla spiaggia ritorna nei luoghi storici. La gara si svolgerà al bagno Roma di Levante giovedì 24 agosto “pieds dans l’eau” come si usava nell’agosto del 1993. Allora un giovane Carlo Conti presentando insieme a Gherardo Guidi i vincitori augurò lunga vita a “questa simpatica e gustosa iniziativa”. E così è stato. La premiazione, invece, avrà luogo venerdì 25 agosto in Capannina.

Tanti i premi che verranno assegnati ai dodici partecipanti che con i loro piatti creeranno il menu di questa estate: gli argenti di Cassetti, lo scolapasta d’argento di Petruzzi, il premio Forte Magazine, week-end culturali negli alberghi della catena UNA Hotels. E poi il premio Harry’s Bar Firenze un luogo icona della ristorazione, il premio Euro-Toques International, il premio VKA la vodka da grano biologico Made in Tuscany, il premio PopEating, vini pregiati in magnum, sono soltanto alcuni dei premi della XXV edizione. New entries di quest’anno i premi Il Forchettiere che rappresenta un vivace “giornalismo d’assaggio”, Golosità dall’atelier Michelangelo e Nonino, la celeberrima distilleria di Percoto in Friuli che quest’anno celebra 120 anni di vendemmie e poi ancora Brandina the original e per il piatto più ricco di profumi il premio Dr. Vranjes.

Dopo il successo dell’edizione dedicata all’Expo milanese, anche quest’anno torna il tema caro del recupero, della cucina del riciclo, della sublime arte di preparare pietanze buone e salutari  senza  buttar  via niente. 

2009 - L'attuale sindaco di Pietrasanta Massimo Mallegni con il sindaco di Forte dei Marmi Umberto Buratti
2009 – L’attuale sindaco di Pietrasanta Massimo Mallegni con il sindaco di Forte dei Marmi Umberto Buratti

Come sempre in abbinamento ai piatti 12 vini che raccontano il terroir italiano ma non solo: dal Friuli Eugenio Collavini, dal Trentino Ferrari Spumante, dal Veneto Bellussi, dalla Toscana Cecchi, Tenute Lunelli, Val delle Rose, Colle di Bordocheo, dall’Umbria Arnaldo Caprai, e, dalla Francia il Blanc de Blancs di Perrier Jouet. Per la prima volta insieme ad un piatto una sorta di “provocazione” con l’abbinamento ad una grappa Nonino Vendemmia Riserva, 100% artigianale, 0% coloranti con invecchiamento naturale. L’acqua minerale in tavola sarà Surgiva. 

In giuria giornalisti, opinion leader, produttori di vino e ristoratori per un totale di 13 stelle Michelin. Il servizio di catering sarà curato da Guido Guidi Ricevimenti che in meno di tre ore servirà con la sua squadra a 40 giurati 12 proposte gastronomiche cambiando 480 piatti e 12 vini sostituendo 480 calici da degustazione. La manifestazione, alla quale anche quest’anno è stato rinnovato il Patrocino del Comune di Forte dei Marmi, sarà presentata da Anna Maria Tossani di Italia 7.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here