Home FIORENTINA Dopo Montella e Sousa è arrivato Pioli con il solito tic-tac senza...

Dopo Montella e Sousa è arrivato Pioli con il solito tic-tac senza verticalizzzare

291
0

IL TABELLINO

CROTONE-FIORENTINA 2-1
Crotone (4-4-2): Cordaz 6; Sampirisi 6, Simic 6,5, Ceccherini 6, Pavlovic 6,5; Nalini 7, Barberis 6,5, Mandragora 6,5, Stoian 6 (22′ st Rohden 6); Budimir 6,5 (33′ st Simy 6), Trotta 7 (42′ st Ajeti sv).
A disp.: Festa, Viscovo, Romero, Izco, Suljic, Faraoni, Cabrera, Martella, Crociata. All.: Nicola 7
Fiorentina (4-3-3): Sportiello 6; Laurini 5 (20′ st Babacar 5), Pezzella 6, Astori 4,5, Biraghi 5 (1′ st Maxi Olivera 6); Veretout 5, Badelj 5, Benassi 6,5; Chiesa 6, Simeone 5,5, Eysseric 5 (1′ st Gil Dias 5,5).
A disp.: Dragoswki, Cerofolini, Milenkovic, Sanchez, Hagi, Cristoforo, Lo Faso, Vitor Hugo, Bruno Gaspar. All.: Pioli 5
Arbitro: Maresca
Marcatori: 17′ Budimir (C), 18′ Trotta (C), 44′ Benassi (F)
Ammoniti: Budimir, Simic, Cordaz (C); Astori, Chiesa, Babacar (F)

La Fiorentina rispolvera i concetti tanto cari a Montella e Sousa e si presenta a Crotone nel peggiore dei modi possibili. Pioli cerca di mitigare la dura sconfitta per non dire di avere il prosciutto sugli occhi. Squadra svogliata, mai alla ricerca di triangolazioni, mai alla ricerca di spazi liberi per permettere al compagno in possesso di aplla un appoggio sicuro. Mai un appoggio in verticale, ma sempre lateralmente se non addirittura indietro. E’ vero la colpa è dei giocatori che sono caduti nella  noia, nella mancanza di amor di squadra ma c’è da dire che amche il tecnico ha le sue colpe. Lasciare Simeone da solo in avanti è stato come fare harakiri. Possibile che un allenatore di buon livello non si sia accorto di quanto soffre la squadra viola in questa situazione. Una partita da dimenticare ma un tecnico che deve mettersi davanti alo specchio e fare il mea colpa. 

 “Abbiamo fatto troppo poco per ottenere un risultato positivo”. È deluso Stefano Pioli dopo la sconfitta di Crotone che impedisce alla Fiorentina di fare un salto di qualità in classifica: “Abbiamo provato a rimediare ai nostri errori dopo 2′ di follia ma abbiamo sbagliato troppo a livello tecnico”, spiega. “L’assenza di Thereau? Anche se è un giocatore importante, non possiamo trincerarci dietro questa giustificazione. È un errore che non dobbiamo fare. Noi non abbiamo reso per quello che possiamo, abbiamo mancato un’occasione ma se lavoreremo bene ne avremo altre”.

LA FORMAZIONE? CERCAVO CONTINUITÀ – Pioli non ha rimpianti per le scelte iniziali malgrado all’intervallo abbia cambiato togliendo Biraghi e Eysseric: “Era giusto dare continuità alle nostre prestazioni. Non siamo stati precisi e attenti, abbiamo commesso degli errori che nelle altre partite non avevamo commesso. Avevamo l’occasione di dare continuità di risultati e soprattutto di prestazioni, ma non ci siamo riusciti. I nostri mezzi sono certamente superiori a quelli messi in campo oggi, dobbiamo insistere nel lavoro quotidiano per ritrovare quella continuità che abbiamo normalmente e che invece abbiamo smarrito”.

RECUPERATE POCHE SECONDE PALLE – In campo si è vista una Fiorentina un po’ disunita: “Sono d’accordo, abbiamo perso lucidità – conferma Pioli -. Il Crotone gioca un calcio particolare, molto fisico, noi abbiamo vinto pochi duelli e abbiamo recuperato poche seconde palle. C’è stata l’occasione di pareggiarla con Chiesa ma non siamo stati così compatti ed equilibrati come le altre volte. Abbiamo fatto confusione, accentrato un po’ troppo il gioco, favorendo i nostri avversari. Siamo stati poco lucidi

e poco precisi, è stata una prestazione al di sotto delle nostre possibilità e quando succede questo andiamo in difficoltà”. A chi gli chiede se il contributo di Giovanni Simeone sia sin qui quello atteso, Pioli replica: “Simeone ha tutti i mezzi per continuare a far bene, per crescere sicuramente, individualmente può essere nei tempi. È riduttivo parlare solo di Simeone oggi, dobbiamo recuperare energie e mettere in campo prestazioni diverse”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here