Home Vetrina La festa in piazza Repubblica sciupata per FS da una dura lettera...

La festa in piazza Repubblica sciupata per FS da una dura lettera della Regione per i disservizi sulla linea aretina

222
0

I vertici nazionali e regionali hanno inscenato una campagna pubblicitaria in piazza della Repubblica per dire a tutti “quanto siamo bravi noi…..”  Ma il tanto sbandierato cambio della guardia per i treni pendolari non cambia la situazione attuale. “In piedi come adesso, affermano i rappresentanti dei pendolari. E’ vero su treni più moderni ma sempre  strizzati come sardine non aumentando le corse nè il numero della capienza.
Appena rientrati in sede l’assessore ai trasporti ha messo in evidenza che sulla linea per Arezzo ” Treni spesso in ritardo sulla linea aretina e comunicazioni carenti, sia verso i pendolari che verso la Regione” . L’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli allora non ci sta e scrive una lettera ai vertici di Trenitalia e Rete Ferroviaria Italiana per chiedere interventi immediati: “Riconosciamo il positivo lavoro fatto negli ultimi anni, ma da qualche settimana stiamo assistendo ad un progressivo decadimento della regolarità del servizio sulla linea aretina” – si legge nella dura lettera inviata agli amministratori delegati Orazio Iacono e Maurizio Gentile. Le ferrovia che da Firenze attraversa il Valdarno sulla Direttissima, dove si incrociano regionali e alta velocità, secondo la Regione è stata penalizzata negli ultimi mesi da criticità legate al traffico dei treni Av ed ai ritardi degli interregionali.
“Già nello scorso mese di luglio – continua Ceccarelli – avevo scritto una lettera per segnalare come il progressivo decadimento della regolarità del servizio Av, unito agli ormai cronici e inaccettabili ritardi dei treni interregionali, stesse pregiudicando anche la puntualità dei treni regionali, provocando disagi all’utenza. Nell’ultimo mese la situazione è tornata a peggiorare e in questi ultimissimi giorni abbiamo assistito al susseguirsi di ulteriori e gravi criticità”. A conferma di quanto denunciato, Ceccarelli cita lo svio del Frecciargento a Castello, avvenuto lo scorso 1 dicembre, con gravi carenze nell’informazione all’utenza, sia a bordo che nelle stazioni di firenze e del Valdarno, segnalate anche dagli ispèettori regionali.
“Stiamo registrando carenze informative anche nelle comunicazioni in tempo reale verso la Regione – ha concluso l’assessore – anche su altre linee e in relazione a criticità anche significative. Una situazione complessivamente preoccupante, che richiede interventi correttivi immediati al fine di evitare ulteriori disagi all’utenza ed evitare una grave compromissione del positivo lavoro fatto insieme, nonché degli obiettivi condivisi che siamo tutti motivati a conseguire”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here