Home DOVE ANDARE Direzione Ataf? Assente. La linea 7 non passa e non passerà più...

Direzione Ataf? Assente. La linea 7 non passa e non passerà più dalla stazione Decisione presa senza avvertire l’utenza

61
0

Altra gaffe della direzione dell’Ataf con il mancato avviso alla utenza che usa il mezzo pubblico. Se Firenze fosse una città rispettosa dei cittadini il sindaco dovrebbe chiedere l’azzeramento dei vertici Ataf, non essendo il primo caso di disservizio da mancata informazione

L’utenza non è stata avvista, il personale nemmeno tanto è vero che gli autisti hanno trovato solo ieri  un depliant attaccato alle porte della società del cambiamento da questa mattina 10 marzo.  L’assessore Giorgetti ha confermato che questa nuova gestione della linea 17 era stata concordata con la direzione che non ha tenuto conto degli interessi di chi usa il mezzo pubblico. E attenzione, perché non si tratta di una deviazione temporanea ma di una modifica definitiva del percorso.

DURO DOCUMENTO DELLA RSU ATAF

«La nostra più grande preoccupazione — scrivono in una nota le Rsu di Ataf — è che tutto venga deciso senza un minimo di informazione all’utenza che questa mattina salirà sul 17 convinta di andare in stazione e invece si ritroverà da tutt’altra parte. E con chi se la prenderà? Con l’ad di Ataf? Con il direttore di esercizio? Con il sindaco? No! Ma con il malcapitato autista».

L’ASSESSORE GIORGETTI PRECISA

L’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti però controbatte affermando che la modifica che scatterà da questa mattina era stata più volte discussa nelle riunioni del coordinamento sui lavori della tramvia qualche settimana fa: «Non solo quindi era nota da tempo, ma avrà anche dei benefici sulla regolarità delle corse», dice.

DISSERVIZI PER L’UTENZA- ANALISI RSU

Gli utenti che si domandano come è possibile pensare di informare con alcuni cartelli chi usa questa importante linea solo il fiorno prima della deviazione. ” Se un utente ieri o nei giorni scorsi non ha preso il 17 questa mattina domenica 10 marzo si trova a dover cambiare programma. E se uno aveva programmato di prendere il treno munito di una pesante valigia si trova in grave difficoltà. Specialmente gli anziani.

Una nuova vera offesa ai cittadini, sempre più Sudditi obbligati a subire senza neanche essere informati

“Oltre al disappunto che un’altra linea principale non transiti più dalla Stazione — affermano le Rsu Ataf — siamo curiosi di sapere come faranno “i clienti” provenienti dalla Piana fiorentina (linee 29-30-35, ndr) oppure dalla zona di piazza Puccini ad arrivare in Stazione. E tutti coloro che arrivano in treno in Stazione come faranno ad andare in zona San Marco con le poche linee” 

Piero  Campani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here