Home FOCUS di Roberto Caputo Il buco nero della sinistra italiana

di Roberto Caputo Il buco nero della sinistra italiana

607
0

Si macera tra i soliti radical chic fighetti , i padri nobili che enunciano immaginarie soluzioni , ritorni nostalgici al passato , alle pulsioni del novecento , al quesito Renzi si Renzi no senza mettere in campo un progetto per il futuro

 

Sono brutti sporchi cattivi e anche un po ignoranti ,sbagliano spesso i congiuntivi , mettono calzini bicolori , non abbottonano la giacca durante le cerimonie ufficiali ,tengono le mani in tasca mentre suona l’ inno nazionale, hanno ministri che sono contro la legge sull’ aborto , contro le unioni civili , contro gli omosessuali , contro i vaccini e con qualche conflitto di interesse , qualche giornale li chiama fascisti , un po anti euro, ma gli italiani li hanno votati e il loro governo è partito  Con molte idee , forse irrealizzabili , ma molte idee.

E la sinistra ? Bella domanda . Manifesta per la Costituzione , elogia Mattarella , si balocca a deridere i mostri e poi basta. Si macera tra i soliti radical chic fighetti , i padri nobili che enunciano immaginarie soluzioni , ritorni nostalgici al passato , alle pulsioni del novecento , al quesito Renzi si Renzi no senza mettere in campo un progetto per il futuro . A dir tutta la verità  qualcosa è emerso : il Fronte Repubblicano  Via i simboli , anche quello del PD , ma solo un listone unico. Per essere sinceri , con un francesismo : porta anche un po sfiga. Ritorna in mente infatti la guerra civile spagnola , le elezioni italiane del 1948 e il sano concetto che in politica uno più uno non fa sempre due ma spesso solo uno.

Non si comprende neppure quali potrebbero essere i partecipanti al cosiddetto Fronte e soprattutto il collante per tenere insieme tutti. Eppure i bisogni e gli stimoli che sono emersi dalle elezioni del 4 marzo sono assolutamente manifesti. Quei bisogni  richiamano urgentemente alla costruzione di un ‘ alternativa da realizzare con idee nuove e con una classe politica nuova. La platea di elettori liberali riformisti libertari senza casa è enorme. Ma in politica se lo spazio non lo riempi arriva qualcun altro a farlo.  Purtroppo ad oggi il meteo continua a prevedere solo nebbia

 
Roberto Caputo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here