Home STARBENE / GUSTO Enologica Montefalco, a tavola con il Sagrantino

Enologica Montefalco, a tavola con il Sagrantino

175
0

di Elisabetta Failla

enologica1Se non conoscete il Sagrantino di Montefalco, avete un’ottima occasione per apprezzare il rosso più famoso dell’Umbria ottenuto da un vitigno autoctono – il Sagrantino appunto – che in questa zona ottiene i risultati migliori grazie alla combinazione di quegli elementi come il clima e il territorio che compongono il suo terroir.

Affascinante anche la sua storia avvolta nel mistero. Per alcuni Il vitigno Sagrantino altro non è che l’Itriola, uva citata già da Plinio il Vecchio. Per altri, invece, fu introdotta nella regione dai monaci bizantini, mentre altri a la fanno risalire ai monaci spagnoli che si stabilirono in questa zona. Di sicuro il Sagrantino era il vino della comunità religiosa francescana e, in quanto tale, destinato alle funzioni sacre.

Se vi siete incuriositi, vi consigliamo di non perdere dal 14 al 16 settembre Enologica Montefalco, il più importante evento dedicato al Sagrantino, organizzato dal Consorzio Tutela Vini Montefalco, dal Comune di Montefalco e dall’Associazione Strada del Sagrantino.

In occasione dell’anno del cibo italiano, questa edizione è dedicata ai piatti della tradizione umbra. A tavola con il Sagrantino, consentirà di conoscere e apprezzare le eccellenze enogastronomiche ed artistiche umbre: tre giorni tra degustazioni ai banchi alla presenza di 28 cantine locali, artigiani del gusto della Valnerina, degustazioni guidate, cooking show, laboratori per i più piccoli per imparare alcuni piatti della tradizione locale, incontri sull’abbinamento cibo-vino e sigari-vino o grappa, oltre a mostre d’arte, musica dal vivo, tour per conoscere più da vicino Montefalco e le meraviglie che la circondano, convegni e dibattiti.

Un fine settimana all’insegna del gusto ma non solo perché Enologica Montefalco coinvolgerà tutto il borgo consentendo ai vusutatri di scoprire le sue bellezze: dal Chiostro di Sant’Agostino, dove è stata allestitala mostra fotografica “Il Sagrantino a Tavola” a cura di Pier Paolo Metelli e Donatella Tavaglione, alla Sala Consiliare del Comune di Montefalco, dalla Piazza del Comune, al Giardino Ex Carceri e al Complesso Museale San Francesco dove è possibile visitare la mostraCapolavori del Trecento. Il cantiere di Giotto, Spoleto e l’Appennino”.

vendemmia-panorama-piazzaSarà inoltre possibile degustare, ed anche acquistare, i vini di ben 28 cantine ed abbinare alle etichette presenti i prodotti della Valnerina, come salumi e formaggi, così da lasciarsi trasportare dai profumi e sapori di alcune delle maggiori eccellenze enogastronomiche dell’Umbria. Presente inoltre La Taverna del Sagrantino, un’area ristorativa dove poter ordinare piatti della tradizione umbra.

Tantissime sono poi le iniziative collaterali alla manifestazione: dalle visite alle coantine partecipanti con degustazioni su prenotazioni, al piatto ad hoc da gustare nei ristoranti aderenti, in cui l’ingrediente principale sarà il Montefalco Sagrantino DOCG; dai convegni per approfondire gli argomenti vino, arte ed enoturismo e ciò che ruota attorno ad essi alla camminata di circa due ore che condurrà dalle antiche cantine francescane ai vitigni secolari del centro storico, andando alla scoperta del legame identitario tra Montefalco e il Sagrantino attraverso i secoli. Il percorso si chiuderà con una degustazione guidata di Montefalco DOC e Montefalco Sagrantino DOCG.

Da non perdere anche la degustazione del Sagrantino Passito, particolarmente apprezzato visto che questo vitigno risulta essere particolarmente adatto all’appassimento, presso L’isola delle dolcezze, in abbinamento ai dolci tipici del territorio. Per chi ama il sigaro, in questo stesso spazio, nelle giornate di sabato e domenica, si terranno incontri a cura del Consorzio Tutela Vini Montefalco, in collaborazione con le due associazioni sommelier Umbria FIS e AIS, per scoprire le tradizioni e le curiosità riguardanti tre eccellenze italiane: il sigaro toscano, la grappa di Sagrantino ed il Montefalco Sagrantino Passito Docg. Il programma completo è consultabile sul sito di Enologica Montefalco.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here