Home STARBENE / GUSTO Food & Wine in Progress, la vetrina toscana dell’enogastronomia

Food & Wine in Progress, la vetrina toscana dell’enogastronomia

71
0

di Elisabetta Failla

Oltre 900 i vini in degustazione, più di 600 i cooking show e 20 i convegni tematici dedicati all’enogastronomia. Questi i numeri della quarta edizione di Food & Wine in progress che si terrà alla Stazione Leopolda di Firenze aabato 1 e domenica 2 dicembre prossimi dalle 10 alle 19.
 L’appuntamento con la cultura enogastronomica, promosso dall’associazione italiana sommelier toscana e dall’unione regionale cuochi toscani, è stato presentato mercoledì mattina in Regione Toscana.
 “Si tratta –ha detto la vicepresidente del Consiglio regionale Lucia De Robertis – di una vetrina d’eccellenza per l’enogastronomia toscana”. L’assessore regionale all’Agricoltura Marco Remaschi ha parlato del legame tra enogastronomia e turismo, della qualità della materia prima e della professionalità di cuochi e sommelier diventati “ambasciatori dei nostri prodotti nel mondo”.
 L’evento, aperto a visitatori e addetti ai lavori, rispecchia la sintesi tra creatività, innovazione e rispetto della materia prima e della produzione d’eccellenza unite alla promozione del territorio.
 Il presidente dell’Unione Regionale Cuochi Toscani Roberto Lodovichi si è soffermato sulla continua evoluzione della tecnologia nel settore con tendenze particolari e sul nuovo “lifestyle del consumatore che sviluppa l’idea del ‘progress’, del mutamento e della crescita, sia delle tecniche che delle produzioni agroalimentari ed enogastronomiche”. “Un evento –ha detto il presidente Ais (Associazione italiana Sommelier) Cristiano Cini –che mette a sistema le tante positività dell’agroalimentare, si tratta di un collante perfetto tra sommelier e cuochi”.

Alla presentazione ha partecipato anche il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani. “Una manifestazione – ha detto – che promuove e valorizza l’enogastronomia toscana, dal punto di vista sia della qualità sul piano della ristorazione, dei prodotti agricoli e del vino, sia dell’attualità e della modernità nella riproduzione delle creazioni culinarie”. 

Tradizione, eccellenza, innovazione sono le tre parole chiave di questa quarta edizione che si presenta come il luogo spazio temporale in cui si condividono, si studiano, si tracciano nuove linee e tendenze del mondo del vino e della cucina. Arte, conoscenza, cultura e creatività, vanno a ricercare le esigenze future dei consumatori e quindi del mercato, a conclusione di una stagione importante, quella dell’anno del cibo italiano

Grandi novità sono previste anche nel Main Event Cocktail Show, promosso da Cocktail in the world Mixology con Numerosi ospiti internazionali che parteciperanno a  MasterClass, seminari e contest di chiusura evento. In scena il meglio del panorama della mixology, proposto nel giusto mix di moderno e vintage, sapientemente miscelati nel capiente shaker del “Made in Italy”.

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here