Home FOCUS Il Museo della Badia di Vaiano compie 25 anni. Le iniziative per...

Il Museo della Badia di Vaiano compie 25 anni. Le iniziative per i festeggiamenti

106
0

Vaiano si prepara a festeggiare il 25° anniversario del Museo della Badia. Era il 18 settembre del 1993 quando, in occasione del V centenario della nascita dello scrittore Agnolo Firenzuola (1493-1543), si tenne il taglio del nastro della sede museale, oggi anche Casa della Memoria dello scrittore Agnolo Firenzuola, che fu abate usufruttuario del monastero dal 1538 al 1543 e in questi anni compose le sue due opere più importanti: Il Dialogo delle bellezze delle donne e la Prima veste dei discorsi degli animali.

Per festeggiare la ricorrenza, nel fine settimana del 22 e 23 settembre si terranno una Cerimonia di Celebrazione, visite guidate gratuite alla Badia e al Museo della Badia di Vaiano a cura di Adriano Rigoli, la mostra Le abbazie vallombrosane nei disegni di Massimo Tosi” e uno speciale annullo filatelico. Le celebrazioni proseguiranno anche il 6 e 13 ottobre con visite guidate al museo Archeologico di Artimino e al museo Soffici di Poggio a Caiano, la presentazione del libro “Misteri e manicaretti nel territorio pratese” e la Cena nella Tinaia della Villa del Mulinaccio per raccogliere fondi a favore dei restauri del Museo della Badia di Vaiano.

La Cerimonia di Celebrazione del 22 settembre

Sabato 22 settembre (ore 10.30, Sala Capitolare della Badia di Vaiano, piazza Agnolo Firenzuola) si terrà la Cerimonia del 25° anniversario del Museo della Badia di Vaiano, a cui prenderanno parte, moderati da Adriano Rigoli coordinatore del Museo della Badia di Vaiano e presidente dell’Associazione Nazionale Case della Memoria: monsignor Franco Agostinelli Vescovo di Prato, don Marco Locati parroco di Vaiano, Eugenio Giani presidente del Consiglio Regionale della Toscana, Stefano Ciuoffo assessore della Regione Toscana alle Attività produttive, al credito, al turismo, al commercio, Ilaria Bugetti consigliera regionale della Toscana, Claudio Cerretelli direttore dei Musei Diocesani, Paolo Tiezzi Maestri presidente dell’Istituto per la Valorizzazione delle Abbazie Storiche della Toscana, Marco Capaccioli vicepresidente dell’Associazione Nazionale Case della Memoria, Primo Bosi sindaco di Vaiano. Al termine della cerimonia è previsto un rinfresco con brindisi finale.

Le iniziative per il fine settimana del 22 e 23 settembre

Nei giorni di sabato 22 e domenica 23 settembre, il Museo della Badia sarà aperto dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19. Sabato, nella Sala dell’antica Gualchiera del Monastero sarà allestita la mostra “Le abbazie vallombrosane nei disegni di Massimo Tosi” a cura di Massimo Tosi. Sabato 22 settembre dalle ore 10.30 alle ore 12.30 il Maestro Tosi firmerà le cartoline con i suoi disegni della Badia di Vaiano. La mostra sarà visitabile in orario di apertura del Museo dal 22 al 30 settembre 2018.

Per tutto il giorno (ore 10-12 e 16-19) sarà attivato un ufficio postale straordinario che utilizzerà uno speciale annullo filatelico, riproducente la formella in ceramica acroma con stemma mediceo che si trova nel chiostro rinascimentale della Badia di Vaiano. Per la prima volta in Italia la dicitura “Casa della memoria” apparirà in un annullo filatelico.

Alle 17 appuntamento con “Agnolo Firenzuola abate umanista del Monastero di Vaiano (1538-1543), scrittore, poeta, commediografo, traduttore dei classici. L’ultima e più feconda stagione della sua produzione artistica”, visita guidata tematica della Badia e del Museo della Badia di Vaiano a cura di Adriano Rigoli.

Le visite alla Badia e al Museo guidate da Adriano Rigoli saranno replicate domenica 23 settembre (alle 11 e alle 17) e saranno dedicate al tema “Alle origini della Badia di Vaiano: Dalla legenda agiografica del miracoloso crocifisso di Beirut al “devotissimo spirante Crocifisso” dell’altare maggiore barocco”. L’accesso alle visite alla Badia è libero e gratuito.

Le iniziative per sabato 6 e 13 ottobre

Sabato 6 ottobre, appuntamento con le visite guidate in autobus a due musei della rete pratese, il Museo Archeologico di Artimino “Francesco Nicosia” (Carmignano) e il Museo Comunale Ardengo Soffici e del ‘900 italiano a Poggio a Caiano. La partenza è prevista alle ore 14 da via dell’Argine a Vaiano (vicino al supermercato Coop), con rientro in serata. Gli spostamenti saranno effettuati su un autobus riservato e gratuito messo a disposizione dalla rete museale pratese “Ti porto al Museo”. La quota di partecipazione è di 15 euro e include la visita guidata e il biglietto d’ingresso ai due musei. Prenotazione obbligatoria al 328.7550630.

Sabato 13 ottobre (ore 17) nella Sala dell’antica Gualchiera della Badia di Vaiano si terrà la presentazione del volume: “Misteri e manicaretti nel territorio pratese” a cura di Luca Martinelli (AA.VV.) Il volume fa parte della collana “Brividi a cena” delle Edizioni del Loggione, Modena 2018. Saranno presenti: Primo Bosi sindaco del Comune di Vaiano, Cristina Orlandi scrittrice, Francesca Panzacchi scrittrice e curatrice editoriale, Luca Martinelli responsabile dell’Ufficio Stampa del Comune di Prato. Modera Adriano Rigoli.

Alle 20 appuntamento con la Cena nella Tinaia della Villa del Mulinaccio, Casa della Memoria del navigatore e scrittore Filippo Sassetti, con le ricette del libro “Misteri e manicaretti nel territorio pratese”. A fare da colonna sonora, la musica jazz e swing di Giorgio Rossini Quartet (Alessandro Berti contrabbasso, Pierluigi Barili pianoforte, Vittorio Conti batteria, Giorgio Rossini chitarra e voce). La cena, a cura dello staff di Mauro Ravalli con il supporto della Casa del Popolo di Vaiano, prevede un contributo di partecipazione di 30 euro: il ricavato sarà completamente devoluto ai restauri del Museo della Badia di Vaiano. Prenotazione obbligatoria al 328.7550630.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here