Home Senza categoria Pallanuoto Serie A1F, Le Rarigirls combattono ma devono cedere al Plebiscito Padova...

Pallanuoto Serie A1F, Le Rarigirls combattono ma devono cedere al Plebiscito Padova (3-14)

368
0

RARI NANTES FLORENTIA – PLEBISCITO PADOVA 3-14

RN FLORENTIA: Perego, Rorandelli, Cortoni, Cordovani, Mckelvey, Crevier 2, Mandelli, Francini 1, Giachi, Giannetti, Marioni, Cotti, Sabatino. All. Sellaroli

PLEBISCITO PADOVA: Teani, Barzon 4 (2 rig.), Savioli, Gottardo, Queirolo, Casson 1, Millo 1, Dario 2, Grab 2, Ranalli 2, Meggiato 1, Armit 1, Giacon. All. Posterivo

Arbitri: L. Bianco e Zedda

Parziali 1-3, 0-2, 1-7, 1-2 
Superiorità numeriche: RN Florentia 1/7 e Plebiscito Padova 6/11 + 3 rigori . Perego (F) para un rigore a Grab (P) nel primo tempo. Espulse Queirolo (P) nel terzo tempo e Giachi (F) nel quarto. McKelvey esce per limite di falli nel quarto tempo. Spettatori 200 circa.

 

di Elisabetta Failla

Andrea Sellaroli
Andrea Sellaroli

Nonostante la Rari Nantes Florentia abbia combattuto come un leone contro le campionesse del Plebiscito Padova, ha dovuto soccombere all’esperienza, alla tattica e alle capacità delle avversarie. L’incontro è finito con il risultato di 3-14 che non dimostra purtroppo quanto abbiano lottato le Rarigirls contro un Plebiscito Padova praticamente perfetto, bravi in attacco ma soprattutto in difesa. Ma le ragazze di Andrea Sellaroli non sono state da meno. Nonostante il divario tecnico fra le due squadre, se la sono giocata fino in fondo, soprattutto nei primi due tempi, cedendo poi sul finale. Certo le assenza del portiere Caterina Banchelli, sostituita degnamente da Laura Perego, e del centroboa Caterina Sorbi hanno fatto comunque la differenza per la formazione gigliata.

Nei primi due tempi la Flroentia si mostra spavalda e coraggiosa, tenendo in apprensione la retroguardia veneta in più di una occasione, attenta e organizzata sotto le direttive della superlativa Teani.  Il primo quarto si chiude con un parziale 3 a 1 a favore delle ospiti, reti di Millo, Grab, Casson, Francini per le padrone di casa, nonostante gli ottimi interventi della Perego, brava a neutralizzare un tiro dai cinque metri alla Grab Devin. Il secondo parziale è la fotocopia del primo con la Florentia riversata in attacco alla ricerca del goal e le patavine efficaci nel capitalizzare in controfuga con Ranalli, spietata nel realizzare le uniche due occasioni concesse.

Al cambio campo con le venete in vantaggio di appena quattro reti è la Florentia a crederci trovando il goal con la Crevier, brava a trasformare la prima superiorità a favore dopo i quattro errori precedenti. Quando il match sembra riaprirsi, il Padova preme sull’acceleratore stabilendo le gerarchie e nel giro di cinque minuti travolge le gigliate con un netta cinquina a firma di Dario (doppietta), Meggiato, Armit e Barzon che nel finale arrotonda su rigore seguita dalla Grab, per un pesante 1 a 7 che chiude di fatto il match. L’ultimo quarto si gioca per la cronaca e le statistiche grazie al debutto assoluto nella massima serie per il terzo portiere della Florentia, Irene Sabatino e la seconda doppietta della Barzon che realizza il poker personale, grazie al terzo rigore di giornata a proprio favore. Per la Florentia nel finale la Crevier realizza il definitivo 3 a 14 accompagnato dagli applausi del pubblico.  

A fine gara il tecnico Sellaroli elogia le avversarie e pensa al prossimo match contro di Velletri: “Al di là della gara di oggi, sono molto fiducioso per le prossime partite sia per la qualità delle singole sia per l’intensità e la serietà con cui queste ragazze si allenano e approcciano al match. Sono molto contento, non posso lamentarmi di nulla con loro e la dirigenza per avermi messo a disposizione un bel gruppo. Detto questo mi spiace per Banchelli e Sorbi che in questo momento non possono dare il loro contributo, anche se la Perego e tutte le altre ragazze stanno dando il massimo per far sentire meno la mancanza delle infortunate. Speriamo comunque di recuperarle presto per una questione di ricambi e gestione delle energie in vista dei prossimi match”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here