Home MAGAZINE «Salute dei cittadini a rischio: occorre assumere gli infermieri». A lanciare l’allarme...

«Salute dei cittadini a rischio: occorre assumere gli infermieri». A lanciare l’allarme è l’Opi Firenze e Pistoia che chiede un bando di selezione urgente

32
0

È scattato l’sos sul numero degli infermieri in Toscana. A denunciarne la carenza è l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Firenze e Pistoia alla luce dei dati emersi dal centro studi Fnopi, la Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche: in Toscana ci sono attualmente 6 infermieri ogni 1000 abitanti, quando la media Europea è di 8,4. Per ogni 100 infermieri a lavoro in Toscana nel 2010 oggi ce ne sono 98, due in meno. In totale sono operativi circa 21.000 infermieri a fronte di 3 milioni e mezzo di abitanti.

«C’è carenza di infermieri e questo significa che è anche alto il rischio per la salute dei cittadini – spiegano dal Consiglio Direttivo dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Firenze e Pistoia -. Per fare qualche esempio, solo all’ospedale fiorentino di Careggi mancano 210 infermieri e altri 242 al Meyer; all’Azienda Usl Toscana Centro sono andati via e non sono mai stati sostituiti 891 infermieri. E se nel pubblico i dati sono questi, nel privato la situazione è anche peggiore. Se poi si considerano le novità sulla pensione in base a ‘Quota 100’, i numeri degli infermieri impiegati sono destinati a crollare drasticamente. Alla luce di questo chiediamo che si attivi velocemente una procedura concorsuale per la selezione di nuovi infermieri – conclude il Consiglio Direttivo di Opi Fireze-Pistoia -. È necessario però anche stilare una graduatoria lunga, che tenga conto nella valutazione anche di chi ha prestato servizio all’estero, e prevedere una preselezione incentrata su temi generali della salute che riguardano l’infermieristica evitando domande faziose. Opi Firenze – Pistoia rinnova l’invito ai politici affinché procedano a una revisione delle modalità concorsuali, in quanto le attuali creano innumerevoli difficoltà ai candidati e alle amministrazioni stesse».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here