Home Focus Inutile comprare giocatori come Muriel quando in panchina c’è uno come Pioli

Inutile comprare giocatori come Muriel quando in panchina c’è uno come Pioli

414
0

Prima di dare conto della partita al Franchi riteniamo mettere l’accento su tutti gli errori di Pioli. E’ vero che l’allenatore viola deve giostrare con quello che gli offre Corvino, ma lui ci mette molto di suo. Specialmente nella scelta di alcuni giocatori ma sopratutto nella lettura della partita. Ieri, forse perché l’espulsione di Edimilson lo ha mandato fuori di testa, più sicuro che non ci ha capito nulla.

  1. Possibile che un tecnico di serie A che si vuol chiamare allenatore non si sia accorto che Gerson non stava più in piedi. Quando faceva un affondo rientrava indietro come uno appena uscito da prendere il caffè per tornare a casa. Invece doveva rientrare di corsa essendo  in dieci. Ma anche da punta di vista sportiva è allucinante. Essendo Gerson un giocatore in prestito secco che ha fine anno ternerà alla Roma. 
  2. Milenkovic ha pesticciato per tutto l’incontro. Deve ringraziare l’arbitro di Bello che tra i suoi errori non l’ha espulso.  Quagliarella sul gol del pareggio glinha girato attorno.  Pioli quando ha chiamato Laurini si pensava al posto di Malenkovic che stava soffrendo. Forse Quagliarella non avrebbe segnato in modo così facile.
  3. Sostituzione Muriel. Anche i ragazzini delle scuole calcio sanno che se togli un attaccante specialmente se sie in 10 non fai altro che far avanzare la squadra avversaria. Ma questo Pioli non lo sa  
  4. Scelte su simpatia non tecniche.  Possibile che tutti gli allenatori di serie mettono in campo giovani per fargli fare esperienza. Pioli no perchè non sa come impegarli

 

FIORENTINA (4-3-3):

Lafont 5,5; Fossi in Corvino aspetterei a mandare via Drago. Forse è il caso di mandare il francesino a farsi esperienza. Sul gol di Quagliarella era già seduto prima ancora che l’attaccante colpisse la palla

Milenkovic 5, Giornata no anche perché Pioli cerca di farlo diventare un difensore che si inserisce. Non ne ha la caratteristiche fisiche

Pezzella 6,5 Onesto lavoro con un premio per aver creduto al gol del pareggio

Hugo 5,5 (dal 41′ s.t. Mirallas s.v.), Qualche errore ma giornata sfortunata

Biraghi 6; Ha fatto il suo

Gerson 5,5 , Non si capisce quale sia il suo ruolo. Nel secondo tempo quando era necessario un grosso lavoro di collegamento è sparito.

Veretout 6,5 Ha retto da solo il centrocampo specialmente dopo,l’uscita di Edimilson

Edimilson 5; Non è spiegabile il comportamento con il solo fatto di essere un ventenne. 

Chiesa 6,5, Anima classe cuore. Ha dimostrato di essere un grande con gli applausi a Mauriel

Simeone 6 (dal 1′ s.t. Dabo 6), Ha dimostrato di aver ritrovato la fiducia. Adesso deve ritrovare la porta

Muriel 7,5 (dal 30′ s.t. Laurini 5,5). Grandissimo.Speriamo che Pioli non lo sciupi.

Allenatore: Pioli. 4

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero 6; Sala 6, Tonelli 5,5, Andersen 5, Murru 5,5; Praet 5, Ekdal 6,5, Jankto 5 (dal 28′ s.t. Gabbiadini 6); Ramirez 6,5 (dal 1′ s.t. Saponara 6,5); Quagliarella 7,5, Caprari 5 (dal 24′ s.t. Defrel 5,5). 

A disposizione: Rafael, Belec, Vieira, Colley, Regini, Tavares, Bereszynski, Ferrari, Rolando.

 Allenatore: Giampaolo.

ARBITRO: Di Bello di Brindisi  3  Per gli errori nei confronti di tutte e due le squadre anche se la Fiorentina è stata penalizzata in modo maggiore. Un esempio. Sulla punizione del pareggio sampdoriano non c’era fallo mentre sul finire del primo tempo un intervento di Murru molto più grave di quello assegnato alla Samp era arancione. Di Bello non solo non ha ammonito Murru ma nonnha neanche dato la punizi. Arbitro anche per gli errori fatti già in altre partite di serie A dovrebbe essere retrocesso nella lega dilettanti.

 Assistenti: Paganessi di Bergamo e Ranghetti di Chiari. Quarto ufficiale: Ros di Pordenone. VAR: Doveri di Roma. AVAR: Valeriani di Ravenna.

NOTE: ammoniti al 13′ p.t. Edemilson, al 21′ p.t. Ramirez, al 33′ p.t. Milenkovic, al 14′ s.t. Jankto, al 36′ s.t. Ekdal, al 36′ s.t. Biraghi, al 45’+1′ Murru e al 45’+1′ Veretout; espulso al 38′ p.t. Edemilson per doppia ammonizione; recupero 1′ p.t e 3′ s.t.

 CRONACA

E’ 3-3 col patema d’animo tra Fiorentina e Samp in un incontro della 20/a giornata di campionato di serie A, giocato nel pomeriggio insieme alla sfida tra pericolanti Spal-Bologna, conclusasi 1-1. Al Franchi, hanno realizzato una doppietta ciascuno il neo-viola Muriel e l’inossidabile Quagliarella, lasciando in bilico il risultato fino al 93′, quando Pezzella ha trovato la zampata vincente per il pareggio.
    La Samp sale a quota 30 e la Fiorentina a 27, mentre Quagliarella sale a 14 reti in campionato, come Cristiano Ronaldo e Duvan Zapata, oggi autore del primo poker personale stagionale in Frosinone-Atalanta, conclusa 0-5. Di Kurtic e Palacio le reti del pareggio nel derby emiliano.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here