Home Senza categoria Rocambolesca vittoria della Fiorentina col Chievo. Ancora dubbi sulle scelte di Pioli

Rocambolesca vittoria della Fiorentina col Chievo. Ancora dubbi sulle scelte di Pioli

admin
430
0

Chievo 3 Fiorentina 4 

CHIEVO VERONA (4-4-2): Sorrentino; Depaoli, Tomovic, Rossettini, Jaroszynski; Leris (70′ Barba), Rigoni, Hetemaj, Giaccherini; Pellissier, Stepinski (79′ Djordjevic). Allenatore: Di Carlo.

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Laurini (80′ Ceccherini), Pezzella, Hugo, Hancko; Veretout, Norgaard (46′ Gerson), Benassi, Chiesa, Simeone (61′ Dabo), Muriel. Allenatore: Pioli.

Arbitro: Chiffi di Padova.

Marcatori: 4′ Muriel, 27′ Benassi, 38′ Stiepinski, 60′ Pellissier (rig.), 79′ e 86′ Chiesa, 89′ Djordjevic

 Pioli deve spiegare la sostituzione del giovane NØRGAARD con Gerson. L’ingresso di Dabo ha dato sostanza al centrocampo e ancora una volta un suo lancio in verticale per il quarto gol di Chiesa. Ma il tecnico non si naccorge mai di niente.

A Verona, Fiorentina batte Chievo 4-3 (2-1) nell’anticipo domenicale della 21/a giornata del campionato di calcio di Serie A. I gol: nel primo tempo al 4′ Muriel, al 26′ Benassi e al 38′ Stepinski; nel secondo tempo al 16′ Pellissier su rigore, al 34′ e al 41′ Chiesa, al 44′ Djordjevic. Pellissier al 40′ del secondo tempo si è fatto parare un rigore dal portiere Lafont. La Fiorentina dal 14′ del secondo tempo ha giocato in 10 per l’espulsione di Benassi.

 

LE PAGELLE DELLA FIORENTINA

Alban LAFONT 6: fino al rigore respinto a Pellissier (con cui si riscatta), di gran lunga il peggiore in campo. Pasticcio inguardabile sulla rete (poi annullata) a Giaccherini. Le uscite a presa alta sono da tachicardia.

Vincent LAURINI 5: Soffre a oltranza le incursioni sulla fascia di competenza.

Dall’80’ Federico Ceccherini: sv.

Vitor HUGO 4,5: Il peggiore in campo da suddividersi equamente con German Pezzella: pasticci a tutto spiano (colossale quello con Lafont sul gol annullato a Giaccherini) e marcature libere per tutti i 90’.

German PEZZELLA 4,5: vedi Vitor Hugo. Sovrastato da Djordjevic in occasione del 3-4, sullo 0-1 rovina in area su Pellissier e viene graziato dall’arbitro.

David HANCKO 7: gran prova all’esordio da titolare, per il terzino sinistro slovacco, che al 4’ confeziona per Muriel la palla del primo vantaggio viola.

Christian NØRGAARD 6: prestazione ordinata  volta al passaggio essenziale e non di più. Pioli lo toglie dal mazzo dopo i primi 45’. 

Dal 46’ Gerson 6: incolpevole sul fallo di mano, del tutto involontario. E’  protagonista del passaggio decisivo a Chiesa sull’azione del 4 a 2 che  merita la sufficienza. 

Marco BENASSI 6: gara in chiaroscuro: gran gol al 26’, con la palla diretta all’incrocio dei pali. E un’espulsione, per la “parata” sulla linea sul destro a porta vuota di Leris con conseguente assegnazione del calcio di rigore.

Jordan VERETOUT 6: tanta esperienza in fase offensiva ma scarso lavoro da diga in mezzo al campo.

Federico CHIESA 8: un autentico fuoriclasse in contropiede, con una doppietta in condizioni di inferiorità numerica.  Con una doppietta, assicura ai suoi tre punti d’oro per il cammino in direzione Europa.

Giovanni SIMEONE 6,5: Non si è visto molto ma è cresciuto ottimo pallone servito a Benassi, dal fondo del campo, in occasione dello 0-2. Davanti allo specchio, tuttavia, la mira è ancora da registrare.

Dal 61’ Bryan Dabo 7: è la mossa che regala maggior solidità alla metà campo viola in condizioni di inferiorità numerica.

Luis MURIEL 6,5: segna subito, poi si eclissa, tornando in auge nella ripresa con un pallonetto impreciso su contropiede e un palo pieno colpito sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

 Stefano PIOLI 4.5: oggi, la squadra, è andata bene. Non è certamente merito suo specialmente per le scelte nelle sostituzioni Ma è palese che ci siano enormi problemi sul mantenimento del risultato. Può comunque festeggiare coi tre punti la sua trecentesima panchina in Serie A.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui