Home FIORENTINA Fiorentina: a Brescia uno scialbo 0 a 0

Fiorentina: a Brescia uno scialbo 0 a 0

Avatar
633
0
Brescia's Jhon Chancellor (L) and Fiorentina's Gaetano Castrovilli in action during the Italian Serie A soccer match Brescia Calcio vs ACF Fiorentina at the Mario Rigamonti stadium in Brescia, Italy, 21 October 2019. ANSA/FILIPPO VENEZIA

di Tommaso Giacomelli

Al Rigamonti di Brescia è stato disputato il posticipo del lunedì sera, tra le rondinelle e la Fiorentina. La pausa per le nazionali ha sicuramente fermato la verve della squadra gigliata, che non va oltre lo zero a zero contro i lombardi. Primo tempo di grande intensità, con un gol annullato ad Ayè del Brescia con la VAR per mani di Tonali ad inizio azione. Nel secondo tempo, squadre più lunghe e stanche, la Fiorentina ci prova specialmente dopo gli ingressi in campo di Vlahovic e Sottil. Occasione monumentale al 97’ per Castrovilli che si vede ribattere proprio da Vlahovic un tiro indirizzato nello specchio. Alla fine un punto per tutte e due le squadre, ma alla prossima ci sarà la Lazio, servirà una prestazione ben diversa per tornare ai tre punti.

LE PAGELLE DI BRESCIA – FIORENTINA

Dragowski 6: praticamente inoperoso, ma è sempre attento sulle uscite e bravo nei rinvii.

Milenkovic 6
: nel primo tempo è quello che soffre di più le varie folate dei biancoazzurri, nella ripresa cresce insieme ai suoi compagni di reparto.

Pezzella 6.5: ottima prestazione del capitano. Coriaceo in difesa, comanda bene il reparto ed è sempre efficace in marcatura e negli anticipi. Sfiora il gol su calcio d’angolo.

Caceres 7: monumentale ancora una volta il difensore uruguaiano. È determinante con i suoi continui anticipi e con le chiusure chirurgiche. Impeccabile.

Dalbert 5: stavolta il laterale brasiliano non mette in mostra il meglio del repertorio visto fino ad oggi. Tanti errori, specialmente quando deve fare l’assist giusto.

Lirola 6: prestazione più convincente, tanta corsa sulla fascia e buona qualità. Spesso però non è preciso nei cross. In crescita. (Dal 78’ Sottil 6: grande ingresso in campo per l’esterno Viola).

Badelj 6: primo tempo in affanno, vista la marcatura più stretta da parte della mediana bresciana, ma nella ripresa cresce e usa la sua classe e intelligenza calcistica al servizio della squadra. Imprescindibile.

Pulgar 5: troppo lento e falloso, nel finale fatica e sbaglia molti passaggi e calci piazzati. Un lunedì sera non fortunato.

Castrovilli 6,5: un’altra grande prestazione del centrocampista italiano. Inserimenti, giocate di tecnica e sostegno ai suoi compagni di squadra. Sfortunato nel finale con la sua conclusione ribattuta da Vlahovic.

Chiesa 5: certamente non al massimo della condizione fisica, sbaglia tanto e si incaponisce in azioni solitarie testarde. Indisponente. (Dal 68’ Vlahovic 6: presenza fisica costante in area di rigore).

Ribery 6: ci prova fino in fondo, quando comincia a mancare la lucidità. Stasera non salta l’uomo facilmente, ma come sempre sceglie la soluzione giusta per servire i suoi compagni. (Dal 88’ Boateng: SV).

All. Vincenzo Montella 6: occasione persa per centrare la quarta vittoria consecutiva. Ancora una volta si affida al 352 senza centravanti, ma stavolta non riesce a vincere. Buoni i cambi per provare ad uscire da Brescia coi tre punti, ma non sono bastati. Testa alla Lazio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui