Home VETRINA Fiorentina infuriata con l’Ajax. Corvino confermato per 3 anni

Fiorentina infuriata con l’Ajax. Corvino confermato per 3 anni

admin
479
0

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Fiorentina e’ infuriata con l’Ajax per l’acquisto saltato in extremis dell’attaccante Mounir El Hamdaoui gia’ venuto a Firenze nei giorni scorsi per le visite mediche e ad assistere al derby col Siena. E’ stato il direttore sportivo Pantaleo Corvino a ribadirlo mostrando oggi ai cronisti copia del contratto firmato dal club olandese ma arrivato nella sede viola alle 19,30 di ieri, mezz’ora dopo la chiusura del calciomercato. ”Noi siamo stati corretti, l’Ajax no – ha tuonato Corvino – e non solo per la richiesta di fidejussione avanzata alle 18,38, quando le banche ormai erano chiuse. Regolamento alla mano se un giocatore fa le visite significa che c’e’ gia’ l’accordo tra i club e con lui. El Hamdaoui e’ tornato lunedi’ ad Amsterdam solo per definire le sue ultime pendenze con l’Ajax”. La Fiorentina, ha detto il ds viola, ha inviato al club olandese ieri alle 15 il contratto firmato secondo le condizioni stabilite da tempo. ”Ci hanno rimandato il contratto alle 19,30, a tempo scaduto. In tanti anni di calcio – ha sospirato il ds viola – non mi era mai accaduta una cosa simile”. Mentre El Hamdaoui minaccia di adire alle vie legali (”Si sono presi gioco di me, ho visto le foto di Corvino col contratto, e’ quello originale” ha scritto il giocatore via Twitter) e il suo avvocato parla di ”comportamento poco professionale da parte dell’Ajax”, mentre i dirigenti della societa’ olandese puntano il dito sulle ”eccessive richieste economiche avanzate dall’attaccante e dal suo agente per sciogliere il contratto con noi”, Corvino ha difeso l’operato suo e della Fiorentina: ”Se il problema riguardava la fidejussione l’Ajax non avrebbe dovuto mandare il contratto firmato. Perche’ e’ successo? Nel calcio di adesso ci sono troppi burocrati a discapito dei veri uomini di calcio”. Sull’ipotesi di un’iniziativa dei viola contro l’Ajax a difesa della propria immagine ha risposto: ”Certe considerazioni le faremo poi e comunque spettano alla proprieta”. Il clima in ogni caso resta teso anche perche’ molti tifosi sarebbero rimasti delusi dal mercato che ha portato a Firenze Amauri, Olivera che ha scelto la maglia n.10 (l’ex leccese e’ stato presentato oggi: Corvino ha ammesso di aver tentato di prendere Palombo in prestito ”ma lui ha preferito l’Inter”) e il 18enne attaccante Zohore a fronte delle cessioni di Gilardino, Santiago Silva, Munari e Babacar. Operazioni che valgono un ‘tesoretto’ di circa 8 milioni di euro: ”Ho preso gente motivata al posto di chi non lo era piu’, il campo dira’ se ho avuto ragione. Certo a Firenze le pressioni sono sempre maggiori e mi fanno pensare: nonostante un’offerta di prolungamento di tre anni mi sono preso una pausa di riflessione – ha detto Corvino in scadenza a giugno – Vengo attaccato perche’ sono l’anello debole della Fiorentina ma proprieta’ e societa’ mi sono sempre state vicine e continuano a pensare di fare un calcio importante”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui