Home MAGAZINE Iniziative dei sindacati contro la vendita dell’Ataf

Iniziative dei sindacati contro la vendita dell’Ataf

admin
396
0

Un mese di mobilitazioni, una sfilata di carnevale e un nuovo sciopero di 24 ore il 14 marzo, contro la divisione di Ataf e la privatizzazione di un ramo d’azienda. E’ quanto annunciato oggi dalla Rsu dell’azienda di trasporto pubblico fiorentina. Dal 7 al 17 febbraio gli autisti organizzeranno voltantinaggi al mercato delle Cascine e a quello di Sant’Ambrogio, al polo universitario di Novoli e all’ospedale di Careggi. ”Lanciamo una sfida a Renzi – hanno detto – e invitiamo il sindaco a venire a uno dei nostri volantinaggi per fare un vero dibattito pubblico sulla privatizzazione di Ataf davanti ai cittadini”. Il 21 febbraio, giorno in cui scade il bando per l’avvio della gara per la cessione di Ataf Gestioni (che si occupa del tpl), la Rsu ha annunciato un presidio davanti al deposito di viale dei Mille e una sfilata carnevalesca per le vie della citta’, con tanto di carro ‘allegorico’, intitolata ‘No Renzi, si Ataf’. Il 6 marzo torneranno poi i ‘Bus lumaca’, che viaggeranno a velocita’ ridotta per protesta contro la privatizzazione, e la settimana successiva ci sara’ lo sciopero per l’intera giornata. Il 28 febbraio incroceranno invece le braccia i lavoratori della Gest, l’azienda che gestisce la tramvia fiorentina. Dalla Rsu Ataf preoccupazione per il futuro dei lavoratori: ”Auspichiamo – hanno spiegato – che il Comune di Firenze decida di partecipare alla gara unica regionale per il trasporto pubblico e che nel bando per la vendita di Ataf ci siano garanzie per l’occupazione e la tutela di tutti i posti di lavoro. Se Ataf non partecipasse alla gara regionale e senza queste garanzie in fase di vendita, ci sarebbero infatti forti rischi occupazionali per i dipendenti”. I sindacati temono poi che dopo la vendita del ramo d’azienda, si possano verificare ”speculazioni del patrimonio immobiliare di Ataf, a partire dai depositi che da tempo devono essere dismessi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui