Home FOCUS Venduta la casa di campagna di Dante. Qui potrebbe aver conosciuto Beatrice

Venduta la casa di campagna di Dante. Qui potrebbe aver conosciuto Beatrice

Lorenzo Ottanelli
464
0
casa di dante

E’ proprio nel bel mezzo della campagna, nel comune di Pontassieve, tra le colline che circondano Firenze, poco dopo Fiesole, che si trova quella che fu la Casa di campagna di Dante. La dimora, sita in località La Radola, vicino alla chiesa di San Miniato a Pagnolle, è una bellissima villa circondata da vigneti e uliveti. Vicino a quella, però, si trova anche la casa di campagna di Beatrice Portinari.

La Lionard Luxury Real Estate ha recentemente venduto la casa colonica che fu di Dante a un importante compratore. La proprietà consta di un ampio terreno di proprietà, tutto recintato, che si estende per 1,2 ettari, con un prato di 5.000 mq, nel quale si trova un giardino d’inverno e un roseto. Oltre a questo possiede 4.900 mq di oliveto e altri 2.100 mq di area boschiva.

L’immobile invece comprende la villa padronale di 420 mq a tre piani, tra cui la torre, caratteristica di queste abitazioni, e un annesso di 220 mq su due livelli, che un tempo era un granaio ed ora ristrutturato ad abitazione.

La tenuta di campagna degli Alighieri fu confiscata a Dante al momento dell’esilio da Firenze, quando poi si spostò a Ravenna, città in cui mori. Fu, poi, restituita al figlio Iacopo Alighieri solo nel 1342, qualche anno dopo la morte del Sommo Poeta.

Vicino alla dimora che fu di Dante si trova anche la villa Montecchi che apparteneva alla famiglia Portinari, quella di Beatrice. Non si esclude, infatti, che i due si possano essere visti per la prima volta alla chiesa di Pagnolle e non in quella di Firenze, come alcuni sostengono.

Qualche romantico osa pensare che i due si scorgessero dalle finestre delle loro corrispettive dimore.

Ecco il trailer di “Dante”, il nuovo film di Pupi Avati | La Gazzetta di Firenze