Home ULTIM'ORA Naufragio migranti Crotone, Piantedosi compatta le opposizioni: “Dimissioni”

Naufragio migranti Crotone, Piantedosi compatta le opposizioni: “Dimissioni”

Adnkronos
166
0

(Adnkronos) – Il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, riesce nel ‘miracolo’. Le sue dichiarazioni sulla strage di Crotone, le “responsabilità politiche” ancora prima di quello che verrà accertato dall’inchiesta in corso, hanno compattato le opposizioni nella richiesta di dimissioni. Da Carlo Calenda al Pd di Elly Schlein, i 5 Stelle, a Più Europa e Verdi-Sinistra arriva la stessa richiesta al titolare del Viminale. Richiesta di dimissioni che è stata messa agli atti durante l’audizione del ministro oggi in commissione Affari Costituzionali alla Camera. Netta la neo segretaria Pd: “Noi attendiamo fiduciosi le risultanze delle indagini ma dal punto di vista delle responsabilità politiche io concordo con quanto affermato dai miei colleghi, già soltanto le sue dichiarazioni suggeriscono le sue dimissioni e una riflessione profonda per Giorgia Meloni”. A nome dei 5 Stelle parla Stefano Colucci: “Data l’evidente lacunosità del comportamento del ministero, le reitero la richiesta di dimissioni e di venire urgentemente a riferire in aula”.  

Quindi Riccardo Magi di Più Europa: “Lei ha citato Kennedy: ‘Non chiedetevi cosa può fare il vostro Paese per voi ma cosa potete fare voi per il vostro Paese’. Ma cosa può fare un ragazzino afghano per il proprio paese? E una famiglia di iraniani? Secondo me, dal nostro paese, possono aspettarsi quello che prevede la Costituzione. Crediamo che lei dovrebbe rassegnare le dimissioni”. Stessa richiesta da Filiberto Zaratti di Avs.  

Carlo Calenda si muove via Twitter: “Piantedosi dal Dl Rave al ‘carico residuale’ per finire alle orripilanti dichiarazioni sui migranti e ai balbettamenti successivi (‘li andremo a prendere noi’), ha dimostrato di non essere adatto a fare il Ministro. Sarebbe saggio per il Governo chiedergli un passo indietro”. La richiesta di dimissioni si tradurrà in atto parlamentare ovvero una mozione di sfiducia? Ancora non c’è una determinazione su questo.  

Dalle parti di Schlein si spiega che, per il momento, la richiesta si limita ad avere una valenza “politica”. Anche perché, si ragiona, la mozione di sfiducia potrebbe finire solo per compattere il governo attorno a Piantedosi. Ma l’opzione resta comunque sul tavolo. “Lo stiamo valutando – spiega Magi parlando con i cronisti in Transatlantico – e se decideremo di presentare la mozione di sfiducia ci confronteremo sul testo con gli altri gruppi”.  

Ma c’è anche un’altra richiesta da parte delle opposizioni: quella di un’informativa urgente del titolare del Viminale in Parlamento. E’ stata chiesta nelle capigruppo di Camera e Senato e non calendarizzata. Dice la capogruppo dem a palazzo Madama: “Lo abbiamo chiesto ieri in capigruppo e lo abbiamo ribadito ovunque: chiediamo che i ministri Piantedosi e Salvini vengano a riferire in aula su quanto è avvenuto nel naufragio di Crotone”. Magi evidenzia come il ministro dell’Interno abbia detto oggi nell’audizione in commissione di essere sempre pronto a venire in Parlamento: “Piantedosi ha detto che è sempre disponibile ma allora perchè l’informativa non viene calendarizzata? Cosa si aspetta?”.