Home Ultim'ora Inchiesta covid Bergamo, pm: “Conte e Speranza hanno causato morte persone”

Inchiesta covid Bergamo, pm: “Conte e Speranza hanno causato morte persone”

Adnkronos
93
0

(Adnkronos) – L’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte e l’ex ministro della Salute Roberto Speranza sono indagati in concorso con altre 13 persone, tra cui il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, per avere “in cooperazione colposa tra loro cagionato per colpa la morte” di 55 persone, di cui la procura di Bergamo elenca i nomi nell’avviso di conclusione indagini. 

Dopo tre anni, è stata chiusa l’indagine sulla gestione del Covid nei primi mesi della pandemia nella provincia più colpita. Tra i diciannove indagati oltre a Conte, Speranza, Fontana anche l’ex assessore al Welfare, Giulio Gallera. La Guardia di finanza ha avviato le notifiche per diversi reati: epidemia colposa aggravata, omicidio colposo plurimo e rifiuto di atti di ufficio. Per l’ex premier Conte e l’ex ministro Speranza si prepara la trasmissione degli atti al Tribunale dei ministri. Quando un ministro è indagato, la materia è infatti disciplinata direttamente dall’articolo 96 della Costituzione e competente a giudicare in tema è il tribunale dei ministri.  

Tra gli indagati anche alcuni dirigenti chiave del ministero della Salute, il presidente dell’Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro, il presidente del Consiglio superiore di Sanità Franco Locatelli, il coordinatore del primo Comitato tecnico scientifico Agostino Miozzo e l’allora capo della Protezione Civile Angelo Borrelli. 

Tre, in sostanza, i filoni dell’indagine: la repentina chiusura e riapertura dell’ospedale di Alzano, la mancata zona rossa in Val Seriana e l’assenza di piano pandemico aggiornato per contrastare il rischio pandemia, lanciato dall’Oms.