Home CRONACA Visite alle Case dei personaggi illustri: proroga al 31 marzo per le...

Visite alle Case dei personaggi illustri: proroga al 31 marzo per le prenotazioni

Avatar
151
0

Prorogato al 31 marzo il termine per prenotare una visita in una delle oltre 100 case museo italiane che apriranno le porte per la seconda edizione delle Giornate nazionali delle Case dei personaggi illustri, promosse in tutta Italia nel fine settimana del 1 e 2 aprile dall’Associazione Nazionale Case della Memoria. Visto l’alto numero di adesioni che stanno continuando ad arrivare, è stato deciso di prorogare ancora di un giorno i termini per le adesioni.

Obbiettivo dell’associazione, che mette in rete 98 case museo in 14 regioni italiane, è ancora una volta quello di celebrare questi luoghi e valorizzare la memoria del passato a tutto tondo. Per questo l’invito è stato esteso a tutte le case dei personaggi illustri italiani, non solo quelle facenti parte delle Case della Memoria.

Dunque ecco un fine settimana di porte aperte per scoprire le case che hanno ospitato i “Grandi”. Da Ugo Tognazzi a Leonardo Da Vinci, da Antonio Canova a Salvatore Quasimodo, da Luciano Pavarotti a Giuseppe Verdi, da John Keats a Pier Paolo Pasolini, passando per Michelangelo Buonarroti, Vittorio Alfieri, Ignazio Silone, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Tonino Guerra, Primo Conti, Giacomo Puccini, Giosuè Carducci, Giovanni Boccaccio e tanti altri ancora.

Quest’anno, a simbolica chiusura dell’anno del centenario della nascita di Ugo Tognazzi (1922-1990) l’iniziativa vede come ambasciatore d’eccezione Gianmarco Tognazzi che coordina la Casa della Memoria dedicata al grande attore, Casa Vecchia a Velletri. Inoltre, l’iniziativa ha ricevuto il patrocinio del Ministero della Cultura, oltre che di Icom Italia.

Fino al 31 marzo è possibile prenotare le visite, collegandosi al sito www.casedellamemoria.it, dove è presente l’elenco aggiornato delle case partecipanti corredato dalle indicazioni per la prenotazione. A seguire, l’elenco delle case che aderiscono al progetto.

TOSCANA: Studio di Piero Bargellini – Firenze; Casa Museo Sigfrido Bartolini – Pistoia; Museo Casa di Giovanni Boccaccio – Certaldo Alto (FI); Casa Museo dell’Antiquariato Ivan Bruschi – Arezzo; Museo casa natale di Michelangelo Buonarroti – Caprese Michelangelo (AR); Fondazione Casa Buonarroti – Firenze; Museo Casa Busoni – Empoli (FI); Casa Natale Giosue Carducci – Valdicastello (LU); Museo “Casa Carducci” – Santa Maria a Monte (PI); Museo Casa Carducci – Castagneto Carducci (LI); Museo Casa Enrico Caruso – Lastra a Signa (FI); Museo Primo Conti – Fiesole (FI); Casa Museo Francesco Datini – Prato; Casa natale di Leonardo da Vinci – Anchiano, Vinci (FI); Casa Guerrazzi – Cecina (LI); Museo della Badia di Vaiano – Casa Agnolo Firenzuola; Casa Guidi, Casa della Memoria di Elizabeth Barrett e Robert Browning – Firenze (evento il 3 aprile); Cimitero Evangelico agli Allori – Firenze; Cimitero degli Inglesi – Firenze (evento il 3 aprile); Casa Fosco Maraini – Località Pasquiglìora, Molazzana (LU); Casa Studio Quinto Martini – Seano, Carmignano (PO); Fondazione Montanelli Bassi – Fucecchio (FI); Villa di Papiano – Lamporecchio (PT); Casa Museo Giovanni Pascoli – Castelvecchio Pascoli (LU); Villa Pozzolini di Bivigliano – Vaglia (FI); Puccini Museum, Casa natale – (Lucca); Museo Villa del Mulinaccio, Casa Filippo Sassetti – Vaiano (PO); Villa “Il Tondo dei Cipressi” di Giovanni Spadolini – Firenze; Casa Museo “Leonetto Tintori” – Figline (Prato); Villa Tinti Fabiani – Petrazzi, Castelfiorentino (FI); Museo Ugo Guidi sede di Massa (MS); Museo Venturino Venturi – Loro Ciuffenna (AR)