Home CRONACA Città di Firenze alla tedesca Kuhl e allo spagnolo Sanchez Quilez

Città di Firenze alla tedesca Kuhl e allo spagnolo Sanchez Quilez

admin
240
0

Davanti al pubblico delle grandi occasioni sono la tedesca Kuhl e lo spagnolo Sanchez Quilez a conquistare il 46° Torneo Internazionale Under 18 “Città di Firenze”. I match conclusivi disputati nella splendida cornice del Circolo del Tennis Firenze 1898 e illuminati dal sole hanno visto prevalere la tedesca Carolina Kuhl, numero due del seeding e capace nel 2022 di raggiungere i quarti agli Australian Open Junior, sulla numero 7 Ekaterina Perelygina per 76 62 mentre l’azzurro Filippo Romano non è riuscito a fermare la corsa dello spagnolo Alejo Sanchez Quilez che ha sconfitto l’azzurro 64 75.    “E’ stato un bel torneo con tante partite equilibrate e con un ottimo livello – dice il presidente del Ct Firenze Carlo Pennisi – un’edizione davvero fortunata per la partecipazione di oltre 25 nazioni, il tempo che è stato perfetto e voglio ringraziare il pubblico fiorentino che è sempre presente sulle tribune del nostro circolo per applaudire i futuri campioni del tennis mondiale”

Sul centrale delle “Cascine” il giorno di Pasquetta le prime a scendere in campo sono state la Perelygina (7) che in semifinale aveva sconfitto Vittoria Paganetti e la Kuhl (2) brava a conquistare la finale dopo una battaglia sportiva contro la toscana Viola Turini. La partita è subito equilibrata e solo sul 6-5 la tedesca ha tre palle set annullate con tre diritti dalla Perelygina. Si va al tie break e scatta subito avanti la tedesca che mantiene il vantaggio e chiude il set per 7 punti a 4. Nel secondo set scende l’intensità del ritmo anche per la fatica delle partite precedenti e la Kuhl è brava a sbagliare meno rispetto all’avversaria riuscendo a scappare nel punteggio e a vincere il secondo set 62 e il 3° Trofeo “Rhoda De Bellegarde di Saint Lèry”.

Nella seconda finale lo spagnolo Alejo Sanchez Quilez (8) ha sconfitto in un match equilibrato l’azzurro Filippo Romano per 64 75. Il giocatore di Saragozza gioca un tennis pulito ed ha una buona mano e riesce a variare il gioco in maniera costante senza dare all’avversario ritmo. Dall’altra parte Romano, che si allena in Toscana con il maestro Matteo Evani alla Next Gen Tennis Team di Massa, cercava di sfondare con il diritto ma nel primo set commetteva molti errori di lunghezza poi nel secondo ha trovato una maggiore efficacia ma la sua spinta non era decisiva e lo spagnolo era abile a rimanere attaccato all’italiano (sul 4-2 il ligure ha avuto la palla per il 5-2) e a chiudere la sfida sul 7-5.