Home PRIMO PIANO Renzi invita ad un incontro Meloni e Nardella per togliere il vincolo...

Renzi invita ad un incontro Meloni e Nardella per togliere il vincolo alle curve. “Il Franchi a investitori privati a cominciare da Commisso”

admin
238
0

 

Di PIERO CAMPANI

 

GIU’ LE CURVE!!!  SEMBRA FACILE MA E’ UNA STRADA TORTUOSA LEGATA A INVESTIMENTI CHE VANNO OLTRE IL FATTORE SPORTIVO. LOBBY A COMINCIARE DA INVESTIMENTI MILIONARI SUL SETTORE COMMERCIALE 

Se qualcuno pensasse che Matteo Renzi avesse organizzato la conferenza stampa SOLO per ribattere che “Basta abbattere le curve offrendo a Commisso o altro investitore la possibilità di ristrutturare il Franchi” SI è SBAGLIATO. C’è un gioco politico per potrebbe portare anche alle dimissioni del sindaco. E se proprio così non va raggiungere più potere all’interno del consiglio comunale. Dal punto di vista tecnico,  due scopi come ha ribadito più di una volta Renzi, avere uno stadio rimodernato e permettere alla Fiorentina di creare l’assieme per aumentare il fatturato.

Renzi ha continuato a ricordare il progetto dell’architetto Casamonti che ha visto il patron della squadra soddisfatto seguendo quello che è successo a Bagno a Ripoli. Per arrivare all’abbattimento delle curve ricostruendole più vicino al campo con relativa copertura.

“Siamo qui per abbiamo intenzione di chiedere un incontro a Giorgia Meloni. Meloni e Fitto hanno detto che a loro sta a cuore Firenze: allora nel primo strumento normativo, se non vogliono usare l’emendamento Renzi perché suona male, eliminino il vincolo sulle curve. Si faccia il progetto dell’architetto Casamonti. L’importante è firmare l’emendamento, io firmo l’emendamento Marcheschi-Donzelli se pensano che l’emendamento Renzi suoni male. Mettere i soldi europei sullo stadio è una cosa senza capo né coda”

Renzi  quindi, riprende le iniziative per un invito a Nardella per girare i 55 milioni stoppati dall’Unione europea verso  case popolari e scuole. Altre soluzioni sono le Cascine per portarla ai livelli delle maggiori città del mondo e soprattutto la soluzione Lupi di Toscana  presentata come la più grande operazione di residenza sociale in termini di metri quadri, numero di alloggi e servizi per i residenti. Fu il governo Renzi nel 2014 a consegnare  al comune l’accordo sui Lupi firmato dall’allora ministro alla Roberta Pinotti.