Home ULTIM'ORA Rottamazione quater 2023, c’è la proroga di due mesi

Rottamazione quater 2023, c’è la proroga di due mesi

Adnkronos
111
0

(Adnkronos) –
Rottamazione quater, dal Cdm via libera a una proroga di due mesi. “La manifestazione della volontà di procedere alla definizione – si spiega nel comunicato – dovrà essere resa entro il 30 giugno 2023 (e non più entro il 30 aprile 2023) e potrà essere integrata entro la stessa data. La comunicazione da parte dell’agente della riscossione delle somme dovute potrà avvenire entro il 30 settembre 2023 e non più entro il 30 giugno”.  

Viene, inoltre, posposta al 31 ottobre 2023, dal 31 luglio, la data alla quale le dilazioni sospese saranno automaticamente revocate. 

Quanto al pagamento dei debiti “risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dall’1.1.2000 al 30.06.2022” potrà essere effettuato in unica soluzione non più entro il prossimo 31 luglio, ma entro il 31 ottobre, “ovvero nel numero massimo di diciotto rate, la prima e la seconda delle quali, ciascuna di importo pari al 10 per cento delle somme complessivamente dovute ai fini della definizione, con scadenza rispettivamente il 31 ottobre (invece che il 31 luglio) e il 30 novembre 2023 e le restanti, di pari ammontare, con scadenza il 28 febbraio, il 31 maggio, il 31 luglio e il 30 novembre di ciascun anno a decorrere dal 2024”.  

In caso di pagamento rateale, inoltre, “sono dovuti, a decorrere dal 1° novembre 2023 (e non più dal 1° agosto 2023), gli interessi al tasso del 2 per cento annuo”.  

Il Cdm ha previsto, inoltre, di posticipare al periodo di imposta 2023 (modelli di dichiarazioni 2024) l’invio telematico delle schede relative all’8, al 5 e al 2 per mille mantenendo le modalità di trasmissione (cartacea) per il periodo d’imposta 2022 e si prevede che le elezioni del Consiglio di Presidenza della giustizia tributaria vengano indette entro 15 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto e che le stesse si svolgano entro il 30 settembre 2023.