Home NEWS Trump / Condannato per abusi. Repubblicani dubitano sulla candidatura

Trump / Condannato per abusi. Repubblicani dubitano sulla candidatura

Adnkronos
159
0
trump

La condanna di Donald Trump per aggressione sessuale e diffamazione, nel processo civile di New York, riavvia il dibattito tra senatori repubblicani sull’eleggibilità dell’ex presidente.

Trump è saldamente in testa nei sondaggi delle primarie repubblicane per la nomination alla Casa Bianca. “Un verdetto del genere non è certo un punto nella lista dei pro”, afferma il senatore Kevin Cramer.

Il senatore sottolinea che i problemi giudiziari di Trump potrebbero essere “sicuramente” un problema nelle elezioni generali.

Ancora più significativo è il giudizio del senatore John Thune, numero due della minoranza repubblicana al Senato. Dice, infatti: “E’ l’effetto cumulativo. La gente dovrà decidere se vuole fare i conti con tutto questo dramma”.

Tra i senatori che avanzano dubbi su Trump, c’è poi chi indica la gravità dell’accusa per la quale è stato condannato, anche se solo in sede civile e non penale: il senatore Mike Rounds afferma che per lui “sarebbe difficile” sostenere come candidato presidenziale qualcuno condannato per aggressione sessuale.

Il senatore repubblicano non esita ad indicare la necessità di trovare un candidato alternativo: “Dobbiamo concentrarci a cercare un individuo che guidi il partito in avanti con un metodo unitario”. Anche Bill Cassidy considera il verdetto preoccupante: “come non potrebbe fare altro che provocare preoccupazione?”.

Scontata la posizione di Mitt Romney, l’ex candidato alla Casa Bianca da sempre nemico di Trump: “La giuria lo ha considerato colpevole di aggressione sessuale ed ha stabilito 5 milioni di risarcimenti, spero che la giuria del popolo americano raggiunga la stessa conclusione su Donald Trump”.

Trump condannato per abusi sessuali, pagherà 5 milioni di dollari | La Gazzetta di Firenze