Home ULTIM'ORA Ucraina-Russia, Trump: “Con me alla Casa Bianca guerra chiusa in 24 ore”

Ucraina-Russia, Trump: “Con me alla Casa Bianca guerra chiusa in 24 ore”

Adnkronos
120
0

(Adnkronos) – “Io chiudo la guerra in 24 ore”. Così Donald Trump torna a ripetere che con lui alla Casa Bianca la guerra in Ucraina non sarebbe scoppiata o avrebbe avuto una rapida soluzione. “Io voglio che tutti smettano di morire, stanno morendo russi ed ucraini, voglio che smettano di morire”, ha detto durante la ‘town hall’ trasmessa la notte scorsa dalla Cnn dal New Hampshire, uno dei primi stati dove si voterà il prossimo anno per le primarie.  

Pressato dalle domande della moderatrice Kaitlan Colins, l’ex presidente non ha voluto dire però se crede che l’Ucraina debba vincere, affermando di non “ragionare nei termine di vittoria o sconfitta”. “Io ragiono nei termini di trovare una soluzione così fermiamo l’uccisione di tutte queste persone”, ha aggiunto Trump, passando poi a criticare Joe Biden per aver mandato troppi aiuti militari all’Ucraina.  

“Stiamo dando via così tanto equipaggiamento, al momento non abbiamo munizioni rimaste per noi”, ha detto ancora l’ex presidente che è tornato sull’argomento caro, quando era alla Casa Bianca, dei Paesi Europei che non fanno abbastanza. “Vi dico questo: voglio che l’Europa metta più soldi”, ha risposto alla domanda se continuerà a sostenere finanziariamente e militarmente l’Ucraina nel caso di un suo ritorno alla Casa Bianca.  

Se Vladimir Putin sia un criminale di guerra è una “questione di discutere in seguito” perché “se si dice che è un criminale di guerra, sarà molto più difficile fare un accordo per fermare questa guerra”, ha poi replicato alla domanda se considera il presidente russo un criminale di guerra, a seguito dell’incriminazione del Tribunale penale internazionale.  

“Se è un criminale di guerra, la gente lo potrà catturare e giustiziare, allora combatterà molto di più quanto combatterebbe in altre circostanze”, ha detto ancora l’ex presidente durante il ‘town hall’. 

Come ha fatto innumerevoli volte dall’inizio della guerra, Trump ha espresso apprezzamenti per l’intelligenza di Putin, sottolineando però che il presidente russo ha commesso “un terribile errore”. “Certo che è intelligente, vogliono che pensiate che sia stupido, ma non è stupido ed è molto astuto – ha affermato – ma secondo me ha fatto un brutto errore: ha sbagliato ad invadere, non l’avrebbe mai fatto sei io fossi stato presidente”.