Home NEWS Incidente Roma / Scontro per probabile sfida social. Morto un bimbo. Gravi...

Incidente Roma / Scontro per probabile sfida social. Morto un bimbo. Gravi la madre e la sorella

Adnkronos
232
0

La procura di Roma ha aperto un’inchiesta per omicidio stradale dopo il grave incidente di ieri pomeriggio. L’impatto è avvenuto in zona Casal Palocco. Nello scontro ha perso la vita un bambino di 5 anni.

Il piccolo si trovava in una Smart Forfour, sulla quale viaggiava con la madre e la sorella di quattro anni, rimaste ferite. L’incidente è avvenuto con un SUV Lamborghini, a bordo si trovavano cinque ragazzi.

Il giovane alla guida del SUV, che era stato noleggiato, è ora indagato. Le posizioni degli altri quattro giovani sono al vaglio dell’autorità giudiziaria. L’inchiesta è coordinata dal procuratore aggiunto Michele Prestipino. Una consulenza verrà affidata dalla procura di Roma per accertare la velocità a cui viaggiava il suv quando si è scontrato con l’altra auto.

Le indagini dovranno accertare anche le eventuali responsabilità degli altri giovani presenti in auto. Si dovrà verificare se, nei momenti precedenti, stessero girando un video da postare sui social per una sfida online. Potrebbbero aver ‘incitato’ il ragazzo alla guida. Quattro i ragazzi e una ragazza, tutti ventenni, che erano a bordo del suv.

Intanto, sui cellulari sequestrati dagli agenti della polizia Locale di Roma Capitale, verranno effettuate analisi per capire se stessero effettuando video per una sfida social. All’esame degli investigatori anche le immagini delle telecamere presenti nella zona, che potrebbero aver ripreso il passaggio dell’auto.

Il tragico incidente è avvenuto ieri. Sulla Smart Forfour viaggiava il piccolo, insieme alla mamma di 29 anni e alla sorellina di 4 anni. Entrambe sono state trasportate in codice rosso all’ospedale S. Eugenio. Il piccolo è stato invece soccorso in condizioni disperate e trasportato all’ospedale Grassi di Ostia, dove poi è deceduto. I ventenni a bordo del suv sono invece stati trasportati per accertamenti in diversi ospedali.