Home ULTIM'ORA Meteo, weekend misto: pioggia domani, poi la spallata della primavera

Meteo, weekend misto: pioggia domani, poi la spallata della primavera

Adnkronos
84
0

(Adnkronos) –
La primavera sta per arrivare con una spallata. Le previsioni meteo da oggi annunciano un weekend ‘misto’. Domani, in particolare, la pioggia potrebbe essere protagonista in particolare a Nord Est e poi su Abruzzo, Marche Lazio. In serata, possibile peggioramento al Sud tra Campania, Basilicata e Puglia. 

Fase all’insegna del sole e delle temperature in salita, tra domenica e lunedì: alcune zone di Italia potrebbero superare i 20 gradi. Poi, in particolare il 19 marzo, una marcia indietro con il rischio pioggia prima dell’accelerazione con un nuovo protagonista: l’anticiclone africano.  

Secondo il quadro di ilmeteo.it, tra domenica 17 e lunedì 18 Marzo, un campo di alta pressione riuscirà a garantire una pressoché totale stabilità atmosferica con tanto sole e temperature ben oltre le medie: su Sicilia e Sardegna si potranno toccare punte massime fin verso i i 23-24 gradi durante le ore più calde. 

Poi a causa del passaggio di aria fredda in quota collegata a un vortice depressionario presente sull’Europa orientale, le condizioni meteo sono previste in peggioramento proprio per la Festa del Papà (martedì 19 marzo). Specie al Nord Est e sulle zone interne del Centro non escludiamo la possibilità di veloci rovesci che, a causa dei forti contrasti tra masse d’aria diverse, localmente potrebbero pure risultare anche intensi. 

Con l’inizio della primavera (quest’anno l’Equinozio sarà mercoledì 20 Marzo) è prevista una decisa svolta sul fronte meteo e il responsabile sarà il famigerato anticiclone africano. 

Solitamente l’antciclone ‘timbra’ le estati più roventi: quest’anno invece ha deciso di anticipare i tempi e, dall’interno del deserto del Sahara, si allungherà verosimilmente verso il mar Mediterraneo centro occidentale inglobando di conseguenza anche il nostro Paese. Per la seconda parte di settimana lecito aspettarsi dunque più sole e soprattutto un aumento generale delle temperature con valori diffusamente oltre i 21-23 gradi.