Home ULTIM'ORA Successo per la 55ma edizione Cosmoprof, 250 mila operatori a Bologna

Successo per la 55ma edizione Cosmoprof, 250 mila operatori a Bologna

Adnkronos
81
0

(Adnkronos) – Si è chiusa con risultati eccellenti la 55a edizione di Cosmoprof Worldwide Bologna. Gli organizzatori infatti segnalano come la fiera abbia registrato 3.012 gli espositori presenti da 69 paesi, il 4% in più rispetto allo scorso anno mentre 248.500 operatori sono arrivati nel capoluogo da 150 paesi. In forte aumento la presenza tra i corridoi della fiera degli stakeholder internazionali, con una crescita del 9% rispetto allo scorso anno, grazie anche al supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e di Agenzia ICE. Risultati positivi anche per quanto riguarda gli operatori dall’Italia, nonostante le difficoltà nel raggiungere Bologna con i mezzi pubblici a causa dello sciopero nazionale nella giornata di domenica 24 marzo. 

Cosmoprof Worldwide Bologna – si sottolinea in una nota – “si conferma una piattaforma unica per il settore e un volano di sviluppo incomparabile per un’industria che a livello mondiale, secondo i dati di Euromonitor International, supererà un valore di 670 miliardi di dollari per fine anno, con una crescita media annua del 9% prevista per i prossimi 4 anni”. 

“E’ stata un’edizione estremamente positiva, a conferma dell’effervescenza del mercato, e soprattutto dell’importanza strategica di Cosmoprof per gli operatori internazionali”, ha dichiarato Gianpiero Calzolari, Presidente di BolognaFiere. “Siamo molto grati anche del supporto e della presenza delle istituzioni quest’anno, ci ha onorato avere con noi numerosi rappresentanti del Governo. Strategico è stato in particolar modo il contributo di Agenzia ICE, che per questa edizione ha coinvolto oltre 70 uffici per invitare delegazioni dai principali mercati. Grazie alle sinergie con le istituzioni abbiamo ospitato buyer di caratura mondiale da 113 paesi. Un risultato straordinario che risponde alle esigenze di un’industria che è uno dei fiori all’occhiello del Made in Italy, e che merita il giusto riconoscimento”.