Home NEWS Presentata a Firenze la Rete Europea della Case dei Personaggi Illustri

Presentata a Firenze la Rete Europea della Case dei Personaggi Illustri

Avatar
193
0

«L’obbiettivo della nostra associazione e di questa iniziativa è fare rete per favorire la conoscenza, l’attrattività economica e turistica della Case dei Personaggi Illustri e dei paesaggi culturali di cui fanno parte». Così Adriano Rigoli, presidente dell’Associazione nazionale Case della Memoria, commenta la nascita di una rete europea dei personaggi illustri, presentata dall’associazione che rappresenta.

L’evento si è aperto con i saluti istituzionali di Alessia Bettini vicesindaca e assessora alla Cultura del Comune di Firenze, Marida Brogialdi sindaca di Caprese Michelangelo, Francesco Tapinassi direttore di Toscana Promozione. A spiegare il senso dell’iniziativa sono stati Adriano Rigoli e Marco Capaccioli, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’Associazione nazionale Case della Memoria.

«La nascita della Rete europea della Case dei personaggi Illustri rappresenta un passo importante per la valorizzazione e la promozione di questi luoghi di cultura unici – ha detto la vicesindaca e assessora alla Cultura di Firenze, Alessia Bettini -. Un lavoro portato avanti con grande impegno e passione dall’associazione nazionale Case della memoria per arrivare a collegare realtà provenienti da tutta Europa e a sostenere una sinergia sempre più strategica per tutti i soggetti culturali. Un modo per accrescere la visibilità e valorizzare questo patrimonio artistico e culturale andando a potenziare un’offerta di qualità, in grado di attrarre un pubblico attento e consapevole».

«Ringraziamo tutti i partecipanti a questa iniziativa – prosegue Rigoli – per la loro collaborazione, per aver accolto con piacere ed entusiasmo questa nuova avventura da costruire insieme nell’ottica di valorizzare i luoghi della cultura di tutta Europa».

«L’incontro riprende il percorso di collaborazione e valorizzazione delle Case Museo d’Europa iniziato nel 2015 e perfezionato in questi anni – commenta Marco Capaccioli vicepresidente dell’Associazione nazionale Case della Memoria. Un cammino collaborativo che permetterà di stimolare la competività e il posizionamento del sistema, offrendo a visitatori e consumatori la possibilità di vivere, in forma coordinata e complessiva, l’offerta di percorsi turistici integrati per quello che io definisco “viaggiatore del terzo millennio”. In questo modo le Case Museo del Sistema avranno modo di confrontarsi con i colleghi italiani ed europei su vari casi studio, occasione di conoscenza reciproca e autoformazione. Tutto ciò realizzando eventi comuni, percorsi turistici ad hoc tramite tour operator, creando con i nostri partner informatici il primo portale telematico europeo di tutte le case museo».

A seguire si è svolta la Visita a Casa Buonarroti di Firenze con il direttore Alessandro Cecchi e la degustazione di prodotti tipici del territorio. Nel pomeriggio la delegazione internazionale delle Case dei Personaggi illustri si è spostata a Casa Museo Ivan Bruschi di Arezzo (ore 16.30) per una visita guidata e, in serata, a Caprese Michelangelo, per una cena di benvenuto e la presentazione del volume su Michelangelo, “Genio e regolatezza nel Rinascimento”.

A partire da oggi, sabato 25 maggio e domenica 26 maggio, è stato organizzato un convegno internazionale dal titolo “Una rete europea dei personaggi illustri”.

Questa mattina la Casa Natale di Michelangelo Buonarroti ospiterà l’incontro internazionale “L’Europa dei Grandi”, coordinato dall’Associazione nazionale Case della Memoria.

Dopo i saluti istituzionali di Alessandro Polcri presidente della provincia di Arezzo, Marida Brogialdi sindaca di Caprese Michelangelo, Francesco Tapinassi direttore di Toscana Promozione, Marida Brogialdi sindaca di Caprese), in programma gli interventi di Michele Lanzinger presidente ICOM Italia ed Elisa Bruttini coordinatrice ICOM Toscana. A seguire la relazione introduttiva “Se tutte le case del mondo” illustrata daClaudio Rosati di Simbdea, Società italiana per la museografia e i beni demoetnoantropologici, e del Comitato Scientifico dell’Associazione Nazionale Case della Memoria.

Si è tenuta, inoltre, la presentazione degli strumenti digitali di supporto alla visita per la rete europea delle Case dei Personaggi Illustri, a cura di Centrica – Planet. Oltre all’intervento dei coordinatori regionali dell’Associazione Nazionale Case Memoria e dei responsabili della rete europea. Intervenuto anche Herman Bashiron Mendolicchio, project manager di Charter EU Erasmus+, Cultural Management Programme, University of Barcelona, Barcelona, Catalonia, Spain European Cultural Heritage Skills Alliance.

Ci sono stati anche gli interventi di Alla Bayramova direttrice del State Museum of Musical Culture of Azerbaijan, Baku, Azerbaijan; Mihail Bryzgalov direttore generale del Russian National Museum of Music, Moscow, Russian Federation; Jurn Buisman direttore del Geelvinck Early Piano Museum/Amsterdam Museum Geelvinck, The Netherlands.

Dopo la visita a Casa Natale di Michelangelo e gli interventi dei responsabili della rete europea, la giornata si concluderà con la firma del protocollo e con l’assemblea del Board Iclcm (ore 19.30). Ecco i responsabili della rete europea che interverranno: Vesna Delic Gozze, ex direttrice del Literary Museum of Renaissance playwriter Marin Držic and ex direttore of Museum of Modern Art di Dubrovnik; John Exalto professore assistente in Teoria e storia dell’educazione (University of Groningen), presidente del consiglio del Comenius Museum and Mausoleum (Naarden, the Netherlands); Jan Amos Comenius, Carlos Fortea Gil membro delle relazioni istituzionali di Ace Asociación Colegial de Escritores de España (Madrid); Victoria Galván Gonzálezdirettirce della Casa Museo Pérez Galdós (Las Palmas de Gran Canaria), president dell’Acamfe Asociación de Casas-Museos y Fundaciones de Escritores (Penisola Iberica); Marlene Oliveira direttrice di Fundação Cupertino de Miranda, Vila Nova de Famalicão, (Regiao Norte), vice-presidente e rappresentante di Portuguese Houses of Acamfe Asociación de Casas-Museos y Fundaciones de Escritores (Penisola Iberica); Uxío Novo, segretario della Fundación Uxío Novoneyra, Unesco Geopark and Biosphere Reserve of Courel Mountains, Lugo, Galicia, Spain Treasurer of Acamfe Asociación de Casas-Museos y Fundaciones de Escritores and rapressentante en Nemo and Icom Spagna (Penisola iberica) e rappresentante del Galician Houses Religa Rede de Espazos Literarios de Galicia; Carmen Jimenez Sanz direttore del Museo Cerralbo (Madrid); Cecilia Casas Desantes del Museo Cerralbo di Madrid; Lothar Jordan Chair, Sub-Committee on Education and Research (SCEaR) Unesco Memory of the World Programme, Vice-Presidente di International Committee for Literary and Composers’ Museums (Icom-Iclcm),Francoforte sull’Oder (Germania); Yuriy Komlev, Orenburg
Regional Museum of Fine Arts, Orenburg, Russian Federation, segretario di International Committee for Literary and Composers’ Museums (Icom-Iclcm); Antra Medne Riga City State Municipality Association of Cultural Institutions, direttore di Alexander Chak Museum, Riga, Latvia, membro del consiglio dell’International Committee for Literary and Composers’ Museums (Icom-Iclcm); Mireia Munmany Muntal direttore di Projectes d’Espais Escrits, Barcelona, (Catalogna); Anna Sidó Petöfi Literary Museum (Budapest), membro del consiglio di International Committee for Literary and Composers’ Museums  (Icom-Iclcm), Göran Söderström Stockholm Sweden, Professor of Art history e vicepresidente di Strindberg Society Literary, artista e compositore del Museums in Svezia; Maira Valtere Janis Akuraters’ Museum in Riga, Lettonia; Sophie Vannieuwenhuyze vice president di Fédération des maisons d’écrivain & des patrimoines littéraires (Bourges); Paraskevi Vasilieiadi vicedirettore curator di Kantatzakis Museum, Heraklion (Creta), Giuseppe Albano direttore del Freud Museum (Londra); Galina Alexeeva direttore accademico di The Leo Tolstoy National Museum-Estate at Yasnaya Polyana, Russian Federation The Leo Tolstoy National Museum-Estate as the Interdisciplinary Institution.

La giornata di domenica 26 maggio prevede, a partire dalle 9.30, le visite al borgo di Anghiari, al Museo della Madonna del Parto di Monterchi di Piero della Francesca.